Guida alle città ribelli – Artemisia, Violet, Rosalba e le altre


La storia di Artemisia, l’attentato a Mussolini per mano di Violet Albina Gibson e le donne Veneziane

guida-alle-citta-ribelli-1-9-artemisia-violet-rosalba-e-le-altre

 

La vendetta di Artemisia

Il nostro cammino di questa puntata viene accompagnato da alcune figure femminili che hanno determinato la storia e hanno avviato il percorso dell’indipendenza femminile. Iniziamo da Firenze con la storia di Artemisia Gentileschi, artista eccezionale del suo tempo vittima di numerose violenze. La prima quella inflitta dal suo maestro, che ha approfittato del suo corpo e la seconda, nel tentativo di denunciare lo stupro del suo maestro, Artemisia subì un processo che prevedeva l’esercizio di torture in cui per verificarne l’attendibilità e per purificarla dal disonore.

[…] un quadro che raffigura con feroce realismo l’eroina biblica Giuditta nell’atto di affondare la spada nella gola del condottiero ossiro Oloferne. Fredda, impassibile, spietata, la donna tiene ferma la testa del guerriero che stava assediando la sua città e aveva tentato di sedurla […]

Violet Gibson spara in faccia al duce

Lasciamo Artemisia a Firenze per raggiungere Roma. Ci affianca una donna irlandese, siamo in un tempo in cui il fascismo non aveva mostrato ancora la sua totale ferocia. Violet Albina Gibson era una donna adulta, risiedeva a Roma già da molto quando decise di raggiungere Mussolini in piazza del Campidoglio e sparargli. Il colpo lo ferì solo sul naso, ma bastò per cacciare Violet per il resto della sua vita in manicomio, prima a Roma e poi trasferita in Inghilterra.

[…] La donna accusò gli psichiatri di essere fascisti, ed essi in effetti nei loro minuziosi rapporti sottolinearono l’anormalità di questa irlandese che non era mai stata madre e aveva vissuto una sessualità libera che era affetta di “paranoia cronica”[…]

La città delle donne: Rosalba e le altre

Ci dirigiamo, per chiudere questo percorso, con la Venezia del ‘700, nel pieno fermento culturale in cui la figura femminile prende forme d’indipendenza. L’arte e la letteratura vedono molto protagoniste prendere corpo e determinare lo stile dell’epoca, ma non solo l’arte aulica viene coinvolta in questo fermento, la città di Venezia viene attraversata da diverse donne che ne costituiscono la struttura e l’anima.

[…] Venezia è una città femminile. Intricata e testarda, amante del bello e delle arti ma con solide basi pratiche, preziosa e raffinata, accogliente, concreta ed etera allo stesso tempo. […]

Sigla e chiusura: Mòn-Lungs
CocoRosie – By your side
Hole – Violet

commenta su facebook
WhatsApp chat