IFest 2018 – Lucio Leoni, Acad, Alterego e Medio Oriente

ifest-2018-lucio-leoni-acad-alterego-e-medioriente

Quarta sera per il festival indipendente romano IFest giunto alla quinta edizione, stasera con Lucio Leoni

Scansate le nuvole la giornata è iniziata con un interessante dibattito “Un Medio Oriente dei popoli è possibile? Dal confederalismo democratico alla lotta di liberazione palestinese” sono intervenuti: Ozlem Tanrikulu, UIKI Onlus Yousef Salman (Presidente comunità palestinese Roma e Lazio), Rete Kurdistan Roma, Murat Cinar (giornalista turco), Chiara Cruciati (il manifesto), Ivan Grozny (giornalista) e Lorenzo di Astra19 nel ruolo di moderatore.

Ci spostiamo velocemente nel tendone rosso-media-lab per iniziare la diretta delle interviste poco prima del live di Lucio Leoni.
L’introduzione, come da tradizione, è a cura di Lorenzo che ci decanta una nuova poesia, accompagnato dall’ukulele di Lucone. La poesia sul popolo Mapuche ci introduce ai due primi ospiti del rosso-media-lab: Chiara esperta del conflitto israelo-palestinese e Sahid della Rete Kurdistan, con loro abbiamo fatto un raggionamento sul difficile mondo medio orientale.

Continuiamo con questa narrazione dell’IFest incontrando Rossella di ACAD, Associazione Contro gli Abusi in Divisa, e Riccardo dell’Associazione Alterego, Fabbrica dei diritti. Entrambi presenti nel parco di Ponte Nomentano con dei gazebo informativi.

E’ tempo dell’intervista con Lucio Leoni artista cresciuto nel quartiere di montesacro, nell’intervista scopriamo che ha iniziato la sua carriera proprio grazie all’attività politica dei ragazzi e le ragazze di Astra19, vi lasciamo all’intervista e al live di Lucio Leoni in attesa della prossima intervista.

commenta su facebook