tony-1474229297
pic by Toni Bruno

INTERNO CELLA
 
Sfondo nero, rumore di scarpe che lascia spazio a uno stridore di chiavi.
Si apre una porta ed entriamo in una stanza buia con muri sporchi, acqua che goccia dal soffitto su una rete arrugginita…
Questo è l’inizio di una storia di denuncia: la denuncia di un reato commesso ogni giorno, ma che in Italia reato non è. E’ la tortura, tanto presente nel nostro paese quanto assente dal nostro codice penale.
Per chiedere che la tortura sia identificata come reato, ACAD ha deciso di realizzare un cortometraggio che possa portare all’attenzione di tutti un tema troppo spesso dimenticato. L’impegno di Acad si concretizza attraverso il supporto legale, la gestione di numero verde attivo 24 ore su 24 da chiamare per denunciare gli abusi e la divulgazione di quanto accaduto.
Diversi gli artisti che hanno già aderito al progetto e hanno deciso di spendersi per chiedere l’introduzione del reato di tortura SUBITO. Unisciti a noi: aiuta ACAD a realizzare il video e a raggiungere, così, chi vuole fingere di non vedere che in Italia la tortura esiste.
Anche una piccola donazione può fare la differenza  Non lasciare che la tortura continui a restare impunita: sostieni ACAD, dona ora! 
 
per effettuare donazioni tramite crowfunding visita il sito KISSKISSBANKBANK
 
ASCOLTA L’INTERVISTA A CARMINE :

 

commenta su facebook