Una nuova puntata con Tiedbelly e le sue selezioni mefistofeliche: la Discoteca del Diavolo!

Questa settimana la passeggiata nell’Archivio del Satanasso, ha condotto Tiedbelly in un vasto settore a forma circolare da cui dipartiva un lungo stretto corridoio; il settore dalla bizzarra forma rivelava invero ricalcare quella di un banjo, non a caso, il materiale ivi conservato era composto da centinaia, migliaia di dischi di musica per banjo.

Banjology

Strumento dagli oscuri natali, di provenienza africana, con un possibile legame con cordofoni come la pandura o il banjar, il banjo è stato nella storia della musica tradizionale americana uno dei protagonisti indiscussi nella definizione di suono e attitudini.

Strumento povero e antico, costruttivamente è rimasto, con piccole varianti, sempre lo stesso ma la ricerca di approcci sempre diversi al suonarlo ha condotto fino alle sopraffine e stupefacenti tecniche di oggi, tecniche che conferiscono al banjo, in particolare nell’ambito del bluegrass, la capacità timbrica e ritmica per  fungere da acceleratore all’interno delle composizioni e mettere le ali alla tessitura ritmica ricalcando in un modo strano un attitudine quasi-poliritmica.

Nel corso della puntata un Tiedbelly in odor di ipotesi, riferiva la sua antica tesi sui parallelismi diabolici tra la chitarra blues e il banjo folk, rivenendo nel repertorio bianco di estrazione white trash, la traccia del diavolo nel suono della musica.
In realtà le cose non stanno proprio così ma potrete scoprirlo ascoltando il podcast.

La discoteca del diavolo – playlist 21/11/2018

  1. Harry Reser – Crackerjack
  2. The New Lost City Ramblers – Al Smith for president
  3. Buell Kazee – John hardy
  4. Lone Wolf Omb – Haunted carousel
  5. Dock Boggs – Bright sunny south
  6. Roscoe Holcomb & Wade Ward – Little birdie
  7. Ola Belle Reed – Foggy mountain top
  8. Tony Trischka & Bill Evans – Banjoland
  9. Josh Thomas – Mississippi heavy water blues
  10. Papa Charlie Jackson – Coffee pot blues (take 2)
  11. Rufus Kasey – Coo coo bird
  12. Rhiannon Giddens – Julie
  13. Pete Seeger – Coal creek march
  14. Lester Flat & Earl Scruggs – Dear old Dixie
  15. Homer Walker – Sugar hill
  16. William Elliott Whitmore – One man’s shame
  17. The Devil Makes Three – Black irish
  18. Langhorne Slim & The Law – Salvation
  19. Possessed by Paul James – Heavy
  20. The Phantom of  the Black Hills – Olive Oatman
commenta su facebook