Mercoledì

Mercoledì è il giorno della settimana tra il martedì e il giovedì, dal latino Mercurĭi dies, ossia il giorno di Mercurio. Il giorno divide in due la settimana, tant’è che  in tedesco, la parola Mittwoch significa “metà della settimana”. Questo significato si ritrova anche nei nomi di questo giorno in islandese (miðvíkudagur), in  ceco (středa, da střed, che significa centro) e in finlandese (keskiviikko da keski, centro e viikko settimana) e ungherese (szerda). Mentre l’inglese Wednesday deriva invece dalla divinità celtico-germanica Woden (Odino).


18:00 – 19:00 – Move on up  –  60′

Move on up è un appuntamento settimanale di 60 minuti nell’universo della musica black a 360 gradi, tra i classici del genere e le novità degne di attenzione, dedicata agli amanti del genere e a chi vorrebbe entrare nel meraviglioso universo della musica nera non solo americana.
Dalla Stax alla Motown, passando per il P-Funk e il Northern Soul, seguite tutte le settimane Move on up e perdetevi nelle viscerali vibrazioni dei brani scelti per voi dal web-jockey!


zebre-a-pois-4-13-una-toga-a-pois19:00 – 20:30 – Chikama – Diritti in onda –  90′

“Diritti a dirotto” nasce dall’idea che nella nostra società il diritto, nonostante sia a fondamento di ogni regola sociale, politica ed economica, è dai più scarsamente conosciuto. L’idea alla base della trasmissione è che esso diventi conoscenza collettiva e strumento di lotta e resistenza per le
rivendicazioni e le battaglie che si portano avanti. La presenza in trasmissione di un giurista e di un non giurista consentirà di instaurare tra loro una dialettica che costringerà l’avvocato a scegliere un linguaggio meno giuridico per farsi comprendere. Si tratteranno temi di attualità, descrivendone i caratteri giuridici.


20:30 – 22:30 – Search&Destroy –  120′

Garage, punk, r’n’r e dintorni è una trasmissione che scalcia e sbraita oramai da anni: prima su Radio Onda Rossa 87.9 e ora, tutti i Mercoledì dalle 21.00 alle 23.00 su Radiosonar.net, storica webradio indipendente romana. Ideata e condotta da Giuppe l’Araldo coadiuvato da Kilgore Trout, propone ogni settimana puntate monografiche e interviste ad ospiti della scena locale e nazionale, per ricordarsi e ricordarci che il punk, quello vero, rimasto per le strade e sopra palchi improvvisati di mezzo mondo, non morirà mai finché ci sarà qualcuno che, invece di celebrarlo, preferirà pogarci su.


la-discoteca-del-diavolo-1-20-ar-al-servizio-del-satanasso22:30 – 24:00 – Discoteca del Diavolo –  90′

Se il diavolo possedesse dischi, quali potrebbero essere? Avrebbe curiosità, gemme nascoste, perdute e irreperibili oppure sarebbe un ascoltatore grossolano e incolto? Quale musica ascolta il cattivo per eccellenza?
Risulta difficile credere che proprio lui si lascerebbe scappare un buon disco, anche se il suo autore fosse Gesù Cristo: la tradizione lo descrive come un tipo raffinato, insidioso, che lavora tra gli interstizi e che sa essere chirurgico, invisibile di notevole intelligenza.
Partiremo dal Blues – per forza: è la “Musica del Diavolo” – ma il Blues sarà solo la “Stazione di partenza” per una divagazione che potrà diventare più suoi imprevedibili approdi, in fondo, dove sta scritto che il diavolo ama mettere su giradischi la “Sua” Musica?

commenta su facebook
WhatsApp chat