Zebre a Pois 4.10 – Intervista al fotografo Valerio Muscella


Perchè a volte i tuoi occhi diventano i miei occhi.

Nella foto: “Sabri, rifugiato politico sudanese, cammina sulla spiaggia di Calais, 2015”. Da “Motus”

..e poi un giorno stai bevendo un caffè in un bar di Atene, accanto a te un gruppo di ragazzi siriani che stanno attraversando l’Europa “Vuoi venire con noi?”. E così comincia un viaggio di attraversamento e movimento, di scoperte e limiti superati, di incontri speciali e di case ritrovate. Un racconto che il fotografo Valerio Muscella ci riporta attraverso il suo sguardo e la sua curiosità. “Motus” il suo nuovo libro in uscita a brevissimo per Il Galeone Edizioni, è un dedalo variopinto e intenso di momenti e situazioni diverse. Siria, Turchia, Calais, Grecia. Diverse si, ma accumunate dal movimento, dalla forte volontà, a volte insondabile, di andare oltre, per prendersi un diritto negato.

Questa è la magia dello sguardo fondo di un vero fotografo, farti sentire vicino, a volte dentro, le situazioni che solo un paio di occhi hanno visto e vissuto.

Un grazie speciale a Claudia, che ieri con le sue alte citazioni ci ha mangiato in testa!
Ascoltatevelo!
commenta su facebook
WhatsApp chat