Zebre a Pois 4.14 – Il vento dell’Ovest

In Medio Oriente i palestinesi vengono massacrati sotto gli occhi di un mondo che a parole prende le loro difese e nei fatti non fa (e non farà) nulla. Una nakba (in arabo catastrofe) che dura da 70 anni, una cacciata che pare non arrestarsi, e una resistenza che non si lascia vincere dalla prepotenza cieca di Israele. Con questa orribile notizia, Zebre a pois prova a mantenere una certa verve, senza troppo riuscirci.
Una puntata in solitaria, spinta del vento dell’ovest, che muove i capelli di Clementine, che porta a ripararsi dal ponente e voltarsi verso est, dove tutto nasce, dove tutto ogni giorno sorge, nonostante tutto. Irrimediabilmente rinasce tutto senza chiedere.
Pensieri confusi, mossi come le onde dell’oceano che tutto prendono, nascondono nel blu intenso, onde che a volte sorreggono.

#isuonidelcosmo
#musicarandommabella

commenta su facebook