11 November 2020  /  Anna Maria Bruni

Continua la mobilitazione dei lavoratori dello spettacolo dal vivo, ma non solo la loro.

Reddito di base, unificazione dei contratti, della previdenza sociale, della formazione per la sicurezza.

L’abc della ricostruzione di un mondo del lavoro frammentato comincia da qui.

Se ne sono accorti i lavoratori del mondo della cultura e dello spettacolo dalle chiusure del primo lockdown, e se n’è accorto tutto il mondo del lavoro precarizzato, dai riders agli stagionali alla logistica e fino ai servizi.

Dagli Stati Popolari del 15 giugno in piazza San Giovanni a Roma è cominciato un cammino comune.

In questa puntata ne parliamo con due tecnici dello spettacolo, Beppe dal presidio permanente davanti al Teatro Argentina, e Marco, dal presidio di sabato davanti al Mibact  confluito poi nella manifestazione davanti al Ministero del Lavoro a Porta Pia, per mettere insieme istanze comuni. Di questo parliamo con Tiziano delle CLAP, le Camere del Lavoro Autonomo e Precario, che ci ha lasciato anche diverse preziose informazioni per chi voglia unirsi al loro percorso.

E questa volta ci copre le spalle un altro nostro grande padre spirituale, Charlie Parker, per dire insieme a noi che :“Now is the time”

Disponibile su:

 

 

 

Sostieni RadioSonar - Alza il Volume.

Tramite questo comodo form potete sostenere le attività dell'associazione con il sistema digitale di PayPal.

oppure potete effettuare donazioni o tesserarvi effettuando un versamento sul nostro conto corrente presso Banca Etica

Inserire un codice di sicurezza.:
security code
Codice di sicurezza:

INVIA
 

Dopo aver fatto il versamento scrivete una mail a radiosonar@gmail.com in cui inserite Nome, Cognome, Indirizzo, Cellulare, Codice Fiscale e indirizzo di posta elettronica ed allegate copia del pagamento. La tessera O altro materiale informativo e/o promozionale verrà spedito tutto immediatamente via posta ordinaria.