Grande la solidarietà e la risposta popolare dimostrata oggi a sostegno della Pecora Elettrica.

Dopo i terribili fatti avvenuti nella notte, che portano nuovamente, a distanza di pochi mesi dal primo rogo, la Libreria e caffetteria indipendente a trovarsi devasta da un incendio doloso, per approfondire leggi anche “La Pecora Elettrica: colpita nuovamente“, la risposta del territorio, abitanti, realtà, attività commerciali, reti e comitati è tanta e si fa, a gran voce, sentire.
Già dalle prime ore della mattina è il quartiere ad animare lo spazio antistante la Pecora per dimostrarne sostegno e solidarietà; tanti i contributi che vengono rilasciati ai giornalisti ma ancor di più le riflessioni ed i ragionamenti a seguito degli incresciosi fatti accaduti nel quartiere, stanotte la Pecora ma giorni fa anche il Locale di Pinsa Romana a pochi metri di distanza da questa ha dovuto subire la stessa inaccettabile sorte; è da questi, dagli abitanti, dagli attori della rete territoriale e dai comitati spontanei del territorio che nasce l’idea di realizzare, oggi stesso, un corteo nel territorio che affermi con decisione il pieno sostegno alle realtà danneggiate ma anche l’assoluta non accettazione di tali gesti, così violenti, carichi di odio, inammissibili e intollerabili, e, ancora, la ferma decisione di non lasciare spazio ne modo ad soggetti senza scrupoli, capaci di gesti così carichi di cattiveria e ferocia, di poter agire indisturbati nei territori.
L’appuntamento lanciato all’ora di pranzo per le 19 in piazza dei Mirti porta, nonostante il poco preavviso, tante persone a manifestare.
non solo le realtà territoriale, la rete, i locali ma anche singoli abitanti, famiglie, bambini, stanno prendendo parte a questa prima forma di solidarietà, che com’ è già stato ad Aprile, non si fermerà qui ma continuerà con numerose altre iniziative ed appuntamenti.
Raccontiamo il corteo attraverso le voci dei suoi protagonisti e partecipanti.
commenta su facebook