18 June 2019  /  Simone Merurio

Tanti ospiti: Maleizappa, Sabrina Sciabica e Ivan Talarico

Da Caserta gli esplosivi Maleizappa con il singolo “America” estratto dal loro nuovo EP Asincroni, per iniziare la nuova puntata di Indieland, la numero 21 del format ideato e condotto da Simone Mercurio e trasmesso e diffuso in partnership con le radio del circuito radiofonico del MEI e de L’Altoparlante.
Nuove radio si sono aggiunte nelle ultime settimane, su tutte la storica webradio romana Radiosonar che trasmette dal Nuovo Cinema Palazzo.
Dicevamo dei Maleizappa: chi non li conosce ancora deve assolutamente recuperare. Dopo i primi due album “I successi non ancora successi” e “Dorem Ipsum”, pubblicano in maniera totalmente autoctona il loro nuovo EP. La band a Caserta e dintorni è un vero e proprio caso “locale” che non aspetta altro di arrivare alle orecchie di un pubblico nazionale. Serate esplosive, soldout ai loro live
show, per un sound e un sano “cazzeggio” poprock che parte dagli Skiantos e arriva a Elio e le Storie Tese ( e di cui la formazione ha aperto alcuni show).
Il nuovo mini album Asincroni è disco-pop d’autore, testi e suoni più…”seri” forse rispetto ai precedenti, ma il dark side più “cazzeggiante” e dissacrante della band non tarda a venire fuori già dal primo ascolto.
Dopo la sigla si parte col doveroso l’omaggio in musica al grande Dr. John mito del blues di New Orleans stroncato da un infarto a 76 anni. Ascoltiamo un suo classicone del 1973 “Right Place Wrong Time
Prima della novità musicale firmata da Sufjan StevensLove Yourselves” arriva la consueta rubrica Bookland, spin-off di Indieland dedicata a scrittori e case editrici indipendenti ed esordienti.
In questa puntata Emanuele Zanardini in collegamento telefonico per presentare il suo secondo romanzo “Il destino delle stelle cadenti“.
Ospite in studio ci raggiunge l’amica giornalista e scrittrice palermitana Sabrina Sciabica per presentare il suo nuovo romanzo, raccolta di racconti, Voci Capitoline edito per L’Erudita. In scaletta durante la nostra chiacchierata con la Sciabica il ritmo e i suoni apolidi dei
romani Los3saltos con “Mayacanenera” tratto dal nuovo disco Cumbia Park, Vinicio Capossela con “Nuove tentazioni di Sant’Antonio” dal nuovo lavoro Ballate per uomini e bestie e il sound tra hip hop ed elettronica dark del performer brasiliano Black Alien con “Vai Baby” tratto dal disco Abaixo de Zero: Hello Hell
Nel libro della Sciabica venti storie, venti reportage sulla vita quotidiana che la narratrice siciliana, da osservatrice esterna ma non troppo (vive da 14 anni nella Capitale N.d.R.) racconta e ambienta a Roma, una delle più antiche e immense città del mondo. Questi screenshot metropolitani possono essere letti anche singolarmente o in un ordine diverso da quello presentato. Offrono uno spaccato della società contemporanea e hanno, come argomento e sfondo comune, la bella amata, odiata e vituperata Città Eterna.

Infine, come da consuetudine, in coda ai novanta minuti settimanali di Indieland l’ultima mezz’ora è dedicata al Palcoscenico Live con un protagonista della nuova scena musicale italiana – indie, indipendente, emergente – presenta il suo progetto musicale con  due brani live in showcase e due brani dal cd. Il tutto condito da una intervista e chiacchierata del conduttore con il musicista.
In scena in questa puntata Ivan Talarico, cantattore, songwriter, già vincitore a Musicultura 2015 come miglior testo e ospite al Premio Tenco 2016. Ivan calabrese di nascita ma ormai naturalizzato romano (finalmente) pubblica il suo primo album dopo anni di canzoni e spettacoli sparsi, collaborazioni e concerti/teatro/cabaret dal vivo. Soprattutto nella Capitale.
Ivan Talarico presenta Un Elefante nella stanza per l’etichetta Folkificio e prodotto dal mitico Filippo Gatti (cantautore, ex ElettroJoyce e già produttore di Bobo Rondelli, Riccardo Sinigallia…), che ha lavorato per trovare un suono che non perdesse la forza delle esibizioni dal vivo, maturata in anni di concerti, ma che andasse oltre per diventare autonomo e compiuto.
La produzione esecutiva è invece di Gian Luca Figus, che inaugura con questo disco le uscite della neonata etichetta Folkificio.
Le 12 canzoni, come accennavamo, sono state scelte tra i brani che Ivan da anni porta in concerto in tutta Italia, con la sua chitarra, tra teatri, locali, librerie, case, etc. NB: Da non perdere.

Scarica l’App gratuitamente in tutti gli store

Google play
https://goo.gl/oESMMq
Apple store
https://apple.co/2CNsnN6
Windows player
https://bit.ly/2Poe5sZ

commenta su facebook