Muri di Chi? Presentazione di “Graffiti” di Alessandro Dal Lago e Serena Giordano

14517447_10154712735564887_154101764256797085_n

Il 19 Novembre 2016 si è svolta a Acrobax la presentazione del libro Graffiti di Alessandro del Lago e Serena Giordano, che oltre all’intervento degli autori è stata caratterizzata anche dai contributi di Valerio di DecideRoma, Lucci dei Brokenspeakers e dello storico dell’arte “mario oiram”.

(ri-)ascolta l’interessante dibattito su www.radiosonar.net

Leggi anche l’editoriale di presentazione del dibattito: Muri di Chi? di indipendenti.eu


 

02d2d52cover26047.jpeg

Dalla presentazione del libro sul sito de “Il Mulino” 

Graffiti

Arte e ordine pubblico

Arte o vandalismo?

Dovunque nel mondo proliferano graffiti, murali e tag. C’è chi li vuole cancellare, come i volontari del cosiddetto «bello», i difensori delle pareti immacolate, i tutori della pulizia murale. Ma c’è anche chi li vuole proteggere e magari staccare, perché potrebbero avere un valore di mercato. Qual è la posta in gioco di questa guerra? E soprattutto chi la vincerà? La vicenda del graffitismo nel contesto della storia dell’arte contemporanea, raccontata decostruendo le ragioni dei suoi avversari, alla luce dei fermenti sociali e culturali che gli danno un senso.

Alessandro Dal Lago ha insegnato Sociologia della cultura a Milano, Bologna, Genova e all’estero. Oltre ad alcuni saggi sull’arte scritti con S. Giordano, ha pubblicato recentemente «Clic! Grillo, Casaleggio e la demagogia elettronica» (Cronopio, 2013); per Il melangolo, «I benpensanti. Contro i tutori dell’ordine filosofico» (2014) e il romanzo «Le avventure di Ismail» (2015).

Serena Giordano insegna all’Accademia di Belle Arti di Palermo. Per il Mulino ha pubblicato «Disimparare l’arte. Manuale di antididattica» (2012), oltre a «Mercanti d’aura. Logiche dell’arte contemporanea» (2006) e «L’artista e il potere. Episodi di una relazione equivoca» (2014), entrambi con A. Dal Lago. Ha scritto inoltre, sempre con A. Dal Lago, «Fuori cornice. L’arte oltre l’arte» (Einaudi, 2008).

commenta su facebook
WhatsApp chat