Ultima puntata stagionale di #BandeDessinée con un ospite d’eccezione: in collegamento telefonico abbiamo Gigi Cavenago il copertinista di Dylan Dog.

 

Una chiacchierata dedicata all’indagatore dell’incubo e non solo, abbiamo parlato col disegnatore milanese, infatti, anche di disegno digitale, fantascienza, copertine ed abbiamo riflettuto sullo stato del fumetto attuale.

Per interagire con Bande Dessinée ecco i contatti Twitter e Fb

…e non dimenticate di visitare il Blog


Bio Gigi Cavenago

Nato a Milano nel 1982, dopo la maturità scientifica frequenta per due anni la Scuola del Fumetto di Milano e un corso di grafica pubblicitaria, presso l’istituto di arti grafiche Rizzoli. L’esordio nel mondo dei fumetti avviene nel 2005 sul n.1 della rivista Strike (edita da Star Comics), con una breve storia intitolata “Predatore Naturale”. Subito dopo passa allo staff della nuova serie di Jonathan Steele (sempre pubblicata da Star Comics) disegnando sugli albi n.11, 18, 19, 34 e 47. Successivamente realizza la miniserie “Dr. Voodoo”, su testi di Giovanni Gualdoni, per la rivista “Brand New”, edita da Free Books. Nel frattempo alterna l’attività di fumettista a quella di illustratore per editoria e pubblicità, lavorando per case editrici come Cetem, Mondadori, Masson e vari studi grafici. Attualmete collabora con Sergio Bonelli Editore, e dopo aver fatto parte dello staff della miniserie Cassidy (2010), viene scelto per Orfani (2013). Dal 2014 diventa il copertinista della collana Maxi Dylan Dog – Old Boy e dal novembre 2016 copertinsta della serie mensile.

commenta su facebook