Questa mattina a Roma attivistə sono statə fermatə dalla Polizia per uno striscione contro il G20.

Contributo audio a cura di Mari – Transfemminonda

 

Riascolta il contributo audio a cura di Mari in diretta dalla “Nuvola”

Siamo qui oggi, davanti a questo palazzo che tra pochi giorni sarà al centro dei lavori del G20.

Denunciamo che ancora una volta i governi degli stati più ricchi e potenti della terra hanno costruito un incontro militarizzando una città, rifiutando il confronto con la parte della cittadinanza globale che chiede giustizia, diritti, equità.

Apriamo oggi lo striscione che avremo con noi durante il nostro Climate Camp “La catastrofe arriva, è tempo di agire” perché è sempre più evidente quanto la crisi climatica sia devastante e colpisca le vite di chiunque abiti questo pianeta a partire da quelle delle fasce di popolazione più impoverite e marginalizzate.

Siamo qui perché i governi che si troveranno in questo palazzo a partire da giovedì 28 hanno fallito. Hanno fallito perché anziché agire contro il cambiamento climatico hanno proseguito per anni le loro politiche ecocide che hanno garantito profitti e potere alle lobby del fossile, aggravando la situazione emergenziale che viviamo oggi. Sapevano cosa comportava sostenere l’economia fossile estrattivista e hanno continuato a farlo.
Siamo qui perché c’è una catastrofe da fermare, ma è una catastrofe con nomi e cognomi ben precisi.
Siamo qui unendoci in solidale sorellanza con chi manifesterà dal 2 novembre a Glasgow per la Cop26. Siamo qui perché è necessario unirsi assieme per sradicare un sistema economico che provoca morte e distruzione ovunque nel mondo.
Lo ribadiremo durante tutto il nostro Climate Camp, e unendoci alla manifestazione convocata per sabato 30 alle 15.00 a Metro Piramide.
Da Roma a Glasgow, le vostre soluzioni sono il problema.

Sostieni RadioSonar - Alza il Volume.

Tramite questo comodo form potete sostenere le attività dell'associazione con il sistema digitale di PayPal.

oppure potete effettuare donazioni o tesserarvi effettuando un versamento sul nostro conto corrente presso Banca Etica

Inserire un codice di sicurezza.:
security code
Codice di sicurezza:

INVIA
 

Dopo aver fatto il versamento scrivete una mail a radiosonar@gmail.com in cui inserite Nome, Cognome, Indirizzo, Cellulare, Codice Fiscale e indirizzo di posta elettronica ed allegate copia del pagamento. La tessera O altro materiale informativo e/o promozionale verrà spedito tutto immediatamente via posta ordinaria.