Attivistə ecologistə per la giustizia sociale danno il primo passo in una giornata che ci parla di lotte contro scelte politiche sbagliate.

Max 2 righe!

L’acqua è una risorsa sempre più scarsa, a causa dei cambiamenti climatici e di un consumo umano in continua crescita. Ma a poco serve invocare la siccità e la scarsità idrica come eventi avulsi dalle scelte gestionali e politiche, come puntualmente fanno governi e gestori durante questa ricorrenza.

Dal MITE, 20 marzo 2022


Le responsabilità sono chiare:

La mancanza di volontà e capacità nell’attuare politiche efficaci di contrasto ai cambiamenti climatici

L’ottusità di voler lasciare un bene comune come l’acqua nelle mani dei gestori privati, nonostante un referendum plebiscitario

La sfacciataggine di quotare l’acqua in borsa, come una qualsiasi merce, scommettendo proprio sulla siccità e sulla sete dei territori più esposti a questo fenomeno

L’azzardo, da parte del Governo Draghi, di spingere ulteriormente alla privatizzazione attraverso il DDL Concorrenza, sperando di cancellare una vittoria culturale e politica che in Italia ha segnato uno spartiacque, che all’Ex Presidente della BCE non è mai andata giù.

La tragica guerra in corso in Ucraina ci ricorda, ancora una volta, come il mercato sia il terreno perfetto per speculare sui beni primari, proprio quando questi scarseggiano. Per questo L’acqua deve uscire definitivamente da logiche di mercato, a partire dalla nostra città, in cui Acea fa profitti milionari, mettendo a rischio interi ecosistemi perchè gli azionisti preferiscono investimenti come il potabilizzatore del Tevere, piuttosto che la riparazione delle perdite idriche e la conservazione della risorsa per le generazioni future.

Il deserto ricostruito oggi davanti al Ministero della “transizione” ecologica rappresenta un futuro che siamo determinat@ a scongiurare: non vogliamo che i profitti privati ci lascino a secco!

Per far sì che la giornata mondiale dell’acqua non sia una ricorrenza vuota, in questa settimana, più che mai, mobilitiamoci contro vecchie e nuove privatizzazioni, per dire NO al DDL Concorrenza!

E poiché le lotte per l’acqua bene comune continuano in tutto il mondo e la nostra lotta è sorella di altre lotte a difesa dei territori, ne raccontaremo alcune presso la Laboratoria Berta Caceres domenica 27 marzo alle 15.

#AcquaPubblica #NoDDLConcorrenza #AcquaBeneComune

A cura di redazione radio Sonar

Sostieni RadioSonar - Alza il Volume.

Tramite questo comodo form potete sostenere le attività dell'associazione con il sistema digitale di PayPal.

oppure potete effettuare donazioni o tesserarvi effettuando un versamento sul nostro conto corrente presso Banca Etica

Inserire un codice di sicurezza.:
security code
Codice di sicurezza:

INVIA
 

Dopo aver fatto il versamento scrivete una mail a radiosonar@gmail.com in cui inserite Nome, Cognome, Indirizzo, Cellulare, Codice Fiscale e indirizzo di posta elettronica ed allegate copia del pagamento. La tessera O altro materiale informativo e/o promozionale verrà spedito tutto immediatamente via posta ordinaria.