9 gennaio Roma, Ahmed Abu Artema, giornalista palestinese uno degli ideatori della Marcia del Ritorno iniziata a Gaza il 30 marzo 2018

Ahmed Abu Artema, proveniente da Gaza, ha trattato della situazione di Gaza, dichiarata da un rapporto ONU invivibile nel 2020, e ha fatto un bilancio della “Marcia del Ritorno”.
A poco meno di due anni dal 30 marzo 2018, giorno in cui, nella ricorrenza della Giornata della Terra, la Marcia ebbe inizio, il bilancio che ne traccia ci mostra 300 persone uccise da cecchini dell’esercito israeliano e non meno di 35.000 feriti, tra cui moltissimiresi disabili a vita.
Da quel giorno, ogni venerdì gli abitanti di Gaza, per rivendicare il Diritto sancito dall’Onu al Ritorno dei Profughi nelle proprie case e la fine dell’assedio imposto da Israele, hanno sfilato in un pacifico corteo. Un consigliere di Sharon e Olmert ha descritto l’assedio di Gaza come un mezzo per “mettere i palestinesi a dieta, ma senza farli morire di fame”, cioè, grazie anche ai ricorrenti bombardamenti, attuare una pulizia etnica controllata.

La testimonianza/denuncia di Ahmed Abu Artema ha assunto un significato particolare nel momento attuale. Da una parte la Corte Penale Internazionale sta seriamente verificando la possibilità di processare i responsabili dei crimini di guerra compiuti da Israele durante l’illegale occupazione dei Territori Palestinesi e le aggressioni militari a Gaza, compresa l’uccisione di manifestanti della Marcia di Ritorno. Dall’altra, le tensioni in Medio Oriente sono al massimo livello a causa del raid disposto dal presidente USA per uccidere in territorio iracheno il più alto esponente dell’esercito iraniano
Lo scopo dell’occupazione israeliana – sostiene Ahmed Abu Artema – è quello di comunicare al mondo che noi non esistiamo. Dobbiamo quindi dimostrare di esistere.” Il suo tour in Italia ha appunto lo scopo di informare l’opinione pubblica che il Popolo Palestinese esiste ed ha un’incredibile capacità di resistenza dopo quasi 75 anni dalla Nakba, quando fu cacciato oltre un milione di palestinesi, cinquantadue anni di occupazione dei Territori Palestinesi e dodici di assedio a Gaza.

Iniziativa organizzata e promossa da BDS Italia

Scarica l’App gratuitamente in tutti gli store

Google play
https://goo.gl/oESMMq
Apple store
https://apple.co/2CNsnN6
Windows player
https://bit.ly/2Poe5sZ

commenta su facebook