6 October 2020  /  Tiz

In questa nuova puntata, andiamo innanzitutto a descrivere il mondo della formazione

Quest’anno riparte in modo assolutamente imprevedibile per gli universitari e per gli studenti del liceo a causa della didattica a distanza, strumento necessario, ma che a causa delle varie falle all’interno del sistema dell’istruzione create da anni di tagli e ridimensionamento ideologico, apre numerose contraddizioni al suo interno. Per questo le giornate di sciopero della scuola del 24/25 settembre, manifestazione e sciopero unitario dei sindacati conflittuali Usb cub cobas Sardegna e Unicobas promossa da Osa e Noi Restiamo, sono state fondamentali per una nuova opposizione di classe al governo. Ci andremo poi a focalizzare innanzitutto sull’arretratezza economica in cui versano le periferie a seguito della crisi innescata dal lockdown per il coronavirus. In particolare, i quadranti Est e Nord Ovest della città, pur nelle loro differenze, presentano contraddizioni che potrebbero esplodere da un momento all’altro, considerando anche il momento di congiuntura sfavorevole, a cui l’Unione Europea vorrebbe rimediare con la toppa del Recovery Fund. Per questo, è necessaria una forza giovanile in tutti quei territori in cui la rabbia può mettere in moto un futuro movimento popolare. Cominciamo adesso con Filippo, che ci parla del mondo dell’università.

Disponibile su:

 

 

 

Sostieni RadioSonar - Alza il Volume.

Tramite questo comodo form potete sostenere le attività dell'associazione con il sistema digitale di PayPal.

oppure potete effettuare donazioni o tesserarvi effettuando un versamento sul nostro conto corrente presso Banca Etica

Inserire un codice di sicurezza.:
security code
Codice di sicurezza:

INVIA
 

Dopo aver fatto il versamento scrivete una mail a radiosonar@gmail.com in cui inserite Nome, Cognome, Indirizzo, Cellulare, Codice Fiscale e indirizzo di posta elettronica ed allegate copia del pagamento. La tessera O altro materiale informativo e/o promozionale verrà spedito tutto immediatamente via posta ordinaria.

 
commenta su facebook