Articolo a cura di Mario Dread Conte

La chiusura di un cerchio iniziato oltre 40 anni fa.

“Il nostro primo tour fu nel 1975 come gruppo spalla di Bob Marley & The Wailers. Ora, nel 2019, il nostro ultimo album viene prodotto dal più giovane dei suoi figli, Damian Marley; persona che amiamo definire e considerare come un nipote. Cantante e performer eccezionale ed anche ottimo produttore, compositore e songwriter! Invitiamo tutto il mondo ad ascoltare la magia che abbiamo creato assieme”.

Stephen “Cat” Coore

“More Work To be Done” è il primo lavoro dei Third World a seguito della dipartita della loro storica voce, Bunny Rugs, nel 2014.

Uscito lo scorso Agosto, questo album di undici brani celebra i 45 anni di attività della leggendaria band.

Fondati nel 1973 durante la loro pluriquarantennale carriera hanno ricevuto il riconoscimento della National Black Arts e della Caribbean American Heritage Awards, oltre che la Peace Medal dalle Nazioni Unite e 10 nominations ai Grammy.

Al banco di produzione troviamo Damian Marley assieme al fratello Stephen (impegnato per la maggiore nella stesura dei brani assieme a Stephen “Cat” Coore); non a caso il disco esce per la Ghetto Youths International, la loro label di famiglia.

Con questo ventiduesimo disco il gruppo testimonia ancora una volta la propria incredibile unicità all’interno del panorama reggae mondiale: la loro interpretazione della musica in levare spazia da sonorità Roots, One Drop & Lovers fino a toccare generi apparentemente distanti quali il Funky, la Discomusic (dove spicca un potentissimo Busy) e l’R&B.

Tanti ospiti inoltre impreziosiscono, ognuno a suo modo, l’opera: Tarrus Riley, Pressure, Chronixx, Busy Signal, Tessanne Chin e lo stesso Junior Gong.

E se a dirlo sono proprio loro, non resta che rimboccarsi le maniche e procedere, c’è ancora lavoro da fare, reggae music will gwaan strong!

Scarica l’App gratuitamente in tutti gli store

Google play
https://goo.gl/oESMMq
Apple store
https://apple.co/2CNsnN6
Windows player
https://bit.ly/2Poe5sZ

commenta su facebook