Presidio contro lo smembramento dei consultori di Pietralata e di via Cambellotti, nell’asl rm2.

Siamo alle solite, per attivare un servizio territoriale come “le case della salute”, si passa per la “chiusura di altri” , e guarda caso ..i consultori!!

I consultori , sono luoghi di prevenzione socio-sanitari gratuiti, che forniscono dei servizi fondamentali, ma che non rendono introiti “all’ azienda ASL “, e sono sotto minaccia di chiusura costante.

Noi come Coordinamento non facciamo in tempo a riaprire uno , ovviamente lottando (vedi via herbert Spencer) che ci smantellano altri 2.
Siamo un po stufə, di questi giochetti!

Alice del coordinamento delle assemblee delle donne e delle libere soggettività dei consultori di Romane del LaZio.

 

Mari del coordinamento delle assemblee delle donne e delle libere soggettività dei consultori del Lazio

 

Il 3 marzo 2021 siamo uscitə dal tavolo della regione Lazio, con l’accordo che proprio il consultorio di via di Pietralata sarebbe stato uno dei 2 consultori su Roma che rendeva attiva la somministrazione dell Ru 486 (aborto farmacologico), e così è stato.

Poi scopriamo che lo spazio verrà trasformato in casa della salute, quindi non mantenendo le caratteristiche, di riservatezza che caratterizza l’essere un consultorio, e alcuni dei servizi delle linee del consultorio trasferiti in altre sedi, perdendo il lavoro di equipe , altra caratteristica fondamentale per definirsi consultorio.

Scopriamo che un altro consultorio storico , a Tor Bella Monaca , è stato trasformato in un centro covid per la somministrazione dei vaccini.
E su quel territorio, di spazi inutilizzati ce ne sono. perché chiudere un consultorio attivo, in una realtà complessa come di questa periferia romana?
Sono queste le domande che verremmo porre alla dirigenza ASL e alla Regione Lazio .

Per questo martedì 20 aprile alle ore 11 saremo sotto il consultorio di via di Pietralata 497.
aspettiamo le loro risposte!

Coordinamento delle assemblee delle donne e delle libere soggettività dei consultori di Roma e del Lazio

Nonunadimeno Roma

A cura di  Mari

Sostieni RadioSonar - Alza il Volume.

Tramite questo comodo form potete sostenere le attività dell'associazione con il sistema digitale di PayPal.

oppure potete effettuare donazioni o tesserarvi effettuando un versamento sul nostro conto corrente presso Banca Etica

Inserire un codice di sicurezza.:
security code
Codice di sicurezza:

INVIA
 

Dopo aver fatto il versamento scrivete una mail a radiosonar@gmail.com in cui inserite Nome, Cognome, Indirizzo, Cellulare, Codice Fiscale e indirizzo di posta elettronica ed allegate copia del pagamento. La tessera O altro materiale informativo e/o promozionale verrà spedito tutto immediatamente via posta ordinaria.