26 settembre 2020: Radio Sonar in piazza con Priorità alla scuola!

Dalla piazza del 26 Settembre ascoltiamo i tanti interventi delle diverse componenti che attraversano la rete di priorità alla scuola!

Una piazza che ha visto nuove misure anticovid dalle file per entrare ai dispositivi per misurare la temperatura ai gel per le mani. Neanche il tempo è stato molto accogliente verso le tante persone che da Roma e da molte altre città hanno raggiunto la piazza e sicuramente molte di più avrebbero voluto farlo ma la pioggia ha iniziato a cadere all’inizio della manifestazione e ha continuato per tutto il tempo rendendo difficili permanenze e resistenze.

Ma come è andata?

Luca di Assalti frontali lo ha chiesto e cantato direttamente con la piazza

è stata bella? Avoglia! La rifacciamo? Avoglia!!”

Tanti gli interventi delle diverse componenti che attraversano la rete di priorità alla scuola: genitor*, insegnant*, student*, operator* scolastici, movimenti come UDS, Non Una di Meno, Black Lives Matter, Fridays For future, in una manifestazione che ha visto l’adesione di centinaia di associazioni e sigle sindacali come COBAS, FLC CGIL, CISL, UIL, SNALS, GILDA.

Abbiamo raccolto queste interviste che ci raccontano la piazza di oggi, gli obiettivi del movimento,la grande voglia di continuare per fare in modo che la scuola abbia quella centralità che fino ad oggi è stata costantemente colpita da tagli e processi chiamati “riforme” che hanno nel corso degli ultimi 30 anni offuscato e colpito tutto quel lavoro di lotta alla selezione, di costruzione di una scuola di relazioni, di attenzione alle differenze, di accoglienza, di cura, di costruzione di luogo partecipato di saperi che aveva caratterizzato le lotte e le pratiche in molti casi a partire dal ’68: in molti interventi è risuonato come un immaginario da costruire il “tempo pieno” un’esperienza nei fatti cancellata ma che tanto è stata fucina della scuola che ora immaginiamo come futuro

È necessario che il governo utilizzi i fondi del RecoveryFund per investire strutturalmente sulla scuola pubblica, sulla formazione, sull’università, sulla ricerca ma lasciamo che a parlare siano le voci, i corpi della rete che hanno animato oggi piazza del popolo a Roma.


Barbara, genitora di priorità alla scuola ci descrive il percorso che ha portato alla costruzione di questa manifestazione e gli obiettivi del movimento


Serena, Cattive maestre Roma e Non Una di meno ci racconta come lo sguardo femminista e transfemminista sta attraversando la rete, e come l’elaborazione politica fatta nelle assemblee di NUDM e che ha portato alla scrittura del piano femminista abbia trovato un percorso di lotta negli obiettivi del movimento


Francesca, FLC CGIL dati alla mano fa il quadro dei numeri reali di questa “riapertura”, delle gravi inadempienze del governo,


Alessandro dell’UDS ha ribadito la centralità della componente studentesca nella costruzione della scuola e del cambio di sistema

Gabriella del coordinamento dei consultori del Lazio su educazione alla sessualità, alle differenze e all’affettività nelle scuole

 


Luca di assalti frontali ha dedicato la piazza a Simonetta Salacone, la storica dirigente della scuola elementare “Iqbal Masih” al Casilino che ha lavorato perchè la scuola si facesse comunità e luogo pubblico di saperi e conoscenza


Tommaso di Black Lives Matter ci propone la necessità di poter respirare a scuola e risignifica l”I can’t breathe” di George Floyd con una metafora che ci apre alla scuola liberata e libertaria che contrasti quel razzismo e colonialismo che ancora riempie contenuti e libri in questo spazio


Sofia di fridays for future ci ha parlato di quanto la scuola sia lontana dall’essere luogo che pensa, si forma e agisce per la costruzione di un ecosistema che fermi il disastro climatico, le distruzioni, le deforestazioni e l’estrattivismo.

Link utili:

Pagina FB Priorità alla scuola

Contatto Priorità alla scuola

Non una di meno Roma 

Piano femminista di NUDM contro la violenza di genere 

Coordinamento consultori Lazio 

UDS Unione di student*

Fridays for future

Black lives matter

Assalti Frontali

A cura di  Marita

Sostieni RadioSonar - Alza il Volume.

Tramite questo comodo form potete sostenere le attività dell'associazione con il sistema digitale di PayPal.

oppure potete effettuare donazioni o tesserarvi effettuando un versamento sul nostro conto corrente presso Banca Etica

Inserire un codice di sicurezza.:
security code
Codice di sicurezza:

INVIA
 

Dopo aver fatto il versamento scrivete una mail a radiosonar@gmail.com in cui inserite Nome, Cognome, Indirizzo, Cellulare, Codice Fiscale e indirizzo di posta elettronica ed allegate copia del pagamento. La tessera O altro materiale informativo e/o promozionale verrà spedito tutto immediatamente via posta ordinaria.

 
commenta su facebook