Report dalla vertenza Alitalia attraverso il racconto di una lavoratrice.

Continua la lotta dei lavoratori e delle lavoratrici Alitalia, continuiamo a raccontare dalle loro mobilitazioni dalle voci dei diretti protagonisti!

Dopo il flash mob delle lavoratrici Alitalia sotto la sede Ita e il corteo a Palermo dei dipendenti Almaviva che non sono stati riassorbiti dalla società Covisian vincitrice della gara per la gestione del servizio clienti Alitalia, oggi il personale è di nuovo in presidio a Roma, in piazza Santi Apostoli, durante la votazione della mozione presentata dalla maggioranza sulla gestione del passaggio da Alitalia a Ita .
Che questo passaggio alla nuova compagnia ITA sarebbe stato drammatico e ingiusto lo raccontiamo ormai da tempo.
Abbiamo infatti seguito le manifestazioni dei lavoratori che insieme ai sindacati di base Cub e Usb e le associazioni di categoria, sono sempre stati contrari al piano di ridimensionamento e smembramento della compagnia.
La realtà sta superando però le peggiori aspettative vista l’arroganza che i vertici Ita, con la complicità del Governo, stanno utilizzando per assumere quel poco di personale che rientrerà nella nuova compagnia senza le garanzie del CCNL e senza  garantire l’assunzione dei lavoratori Alitalia e i diritti ormai acquisiti.
Quella contro Ita resta quindi una battaglia centrale per l’occupazione, il rilancio di un settore strategico e i diritti del lavoro, contro licenziamenti e per il rispetto delle norme come la 2112 del codice civile che tutela l’occupazione nella cessione di rami aziendali.
Se persino un’azienda a capitale statale come Ita vuole cancellare norme a tutela del lavoro, cosa possiamo aspettarci da aziende private e multinazionali?
Ascoltiamo il contributo di Claudia, lavoratrice Alitalia e del Comitato tutti a Bordo, No al piano Ita.

A cura di  Sara per Radiosonar.net

Sostieni RadioSonar - Alza il Volume.

Tramite questo comodo form potete sostenere le attività dell'associazione con il sistema digitale di PayPal.

oppure potete effettuare donazioni o tesserarvi effettuando un versamento sul nostro conto corrente presso Banca Etica

Inserire un codice di sicurezza.:
security code
Codice di sicurezza:

INVIA
 

Dopo aver fatto il versamento scrivete una mail a radiosonar@gmail.com in cui inserite Nome, Cognome, Indirizzo, Cellulare, Codice Fiscale e indirizzo di posta elettronica ed allegate copia del pagamento. La tessera O altro materiale informativo e/o promozionale verrà spedito tutto immediatamente via posta ordinaria.