“L’idea di Lou era che questo dispositivo dovesse avere una grandezza tale da entrare nella tasca della giacca”

Ero una bambina quando cominciai ad ascoltare le prime musicassette, e la mia passione per la musica ma, soprattutto, nel creare, giocare, e, in qualche modo, nel fare “miei” i brani che ascoltavo nasce proprio da qui, da un piccolo strumento che può racchiudere parti della tua vita. Il mio ricordo più bello è la soddisfazione che provavo quando, con un boombox, riuscivo a registrare su una musicassetta i miei brani preferiti presi direttamente dalle stazion radio che “prendevano” meglio.

Ma da quale mente geniale e rivoluzionaria nasce questo piccolo scrigno che può racchiudere una forma d’arte così significativa quale è la musica?

Lou Ottens – da sempre appassionato di tecnologia ed elettronica tanto da costruirsi da solo una radio, durante la Seconda Guerra Mondiale, solo per poter ascoltare Radio Oranje, programma londinese per parlare agli olandesi durante l’occupazione nazista – si laurea in ingegneria e lavora per la Philips durante il 1952.

Dopo circa otto anni rileva il reparto di sviluppo prodotti dell’azienda e l’anno successivo Ottens, insieme al suo team, sviluppa il primo registratore portatile.
Successivamente al registratore portatile è la volta dell’audiocassetta, che doveva avere delle particolari caratteristiche: essere grande quanto un pacchetto di sigarette, essere resistente e duratura e contenere almeno un’ora di suoni e musica.
Lou darà vita anche al Compact Disc (CD) che, negli anni ’90, sostituì poco alla volta i dischi in vinile per la qualità di gran lunga superiore.

Così dagli anni ’60 entra a far parte delle nostre vite il celebre formato di registrazione e riproduzione audio: la musicassetta, un particolare tipo di caricatore per riproduttori sonori a nastro magnetico.

Questo dispositivo rivoluzionerà il mondo della musica che lo ricorderà per sempre per aver cambiato le modalità di ascolto della musica. Nel 1963, Lou fa conoscere ciò che ha inventato, per la prima volta, durante la fiera dell’elettronica Berlin Radio Show. E da questo momento la musicassetta diventa l’ “oggetto del desiderio” di tutti gli appassionati di musica e non solo, raggiungendo vendite astronomiche fin da subito. Ma Ottens non si arrende e, nel 1979, torna alla carica giocando un ruolo fondamentale nell’unione tra Philips e Sony per la creazione di un altro dispositivo storico, il Compact Disc.

La musicassetta ha una qualità di riproduzione meno buona rispetto al vinile ma la sua praticità ed il fatto di poterla ascoltare comodamente nella propria automobile riscuote un successo talmente grande che farà resistere questo prodigio fino agli anni ’90. Inoltre, la musicassetta diventò il formato di riferimento anche per le registrazioni private che potevano scegliere tra diverse durate: 45, 60, 90 e 120 minuti.

La storia di Lou è incredibile e fondamentale per la storia della registrazione audio quasi quanto Thomas Edison o Emile Berliner; grazie alle sue “invenzioni” la musica è diventata, finalmente, democratica e chiunque poteva portare con sé la propria playlist o l’album preferiti.

Noi di radiosonar.net, a pochi giorni dalla sua scomparsa, dedichiamo un pensiero a Lou Ottens ringraziandolo perché, riflettendoci, è anche grazie a lui se siamo qui con mille idee, mille passioni e infinite playlist di ogni genere musicale da diffondere con immenso piacere.

Chissà, magari torneremo a passeggiare con il nostro Walkmen e la nostra cassetta!

A cura di  Lorena

Sostieni RadioSonar - Alza il Volume.

Tramite questo comodo form potete sostenere le attività dell'associazione con il sistema digitale di PayPal.

oppure potete effettuare donazioni o tesserarvi effettuando un versamento sul nostro conto corrente presso Banca Etica

Inserire un codice di sicurezza.:
security code
Codice di sicurezza:

INVIA
 

Dopo aver fatto il versamento scrivete una mail a radiosonar@gmail.com in cui inserite Nome, Cognome, Indirizzo, Cellulare, Codice Fiscale e indirizzo di posta elettronica ed allegate copia del pagamento. La tessera O altro materiale informativo e/o promozionale verrà spedito tutto immediatamente via posta ordinaria.