9 October 2019  /  Tiedbelly

Come preannunciato nel primo episodio della stagione…

Il vostro sgradito Bluesman di Roma est somministrerà con cadenza mensile una puntata monografica legata ad un autore o, meglio ancora, ad una singola opera. E’ il caso di questa seconda puntata della stagione in cui, non stando più nella pelle, Tiedbelly ha deciso di partire subito con la prima monografia, dedicata per l’occasione a “INSPIRATION, INFORMATION“, album del 1974 nato da un triennio di lavoro da parte di SHUGGIE OTIS. Ci soffermeremo su dettagli della vita di Shuggie; proveremo ad indagare i perché della sua scomparsa dal mondo della musica suonata per 44 anni; analizzeremo i brani dal versante compositivo e degli arrangiamenti, conosceremo qualche episodio della sua vita. Una proposta decisamente “Alta”, confezionata da un giovanotto di soli 21 anni a compimento di una adolescenza di apprendistato con calibri importanti della musica del suo tempo.

Godetevela.

La Discoteca del Diavolo del 09/10/2019 – Shuggie Otis, chi era costui? Un ascolto meditato di “Inspiration, information” (1974)

  1. Inspiration, information
  2. Island letter
  3. Sparkle city
  4. Aht uh mi hed
  5. Happy house
  6. Rainy day
  7. XL-30
  8. Pling
  9. Not available
  10. Strawberry letter 23
  11. Sweet thang
  12. Ico cold daydream
  13. Freedom flight
musical bed: Peaches en regalia (Frank Zappa & The Mothers of Invention, 1969)

Scarica l’App gratuitamente in tutti gli store

Google play
https://goo.gl/oESMMq
Apple store
https://apple.co/2CNsnN6
Windows player
https://bit.ly/2Poe5sZ

commenta su facebook