#riPRIDEamociglispazi #riPRIDEamoci2020 #QueerPride2020

Il percorso è cominciato con le assemble del riPRIDEamoci di Roma, poi sabato 13 giugno la “ripresa delle strade” con passeggiate, svolantinaggi, attacchinaggi, istallazioni e altro il 28 giugno per  l’evento finale di RiPRIDEamoci gli spazi 2020 !

RiPRIDEamoci gli spazi 2020
#riPRIDEamociglispazi #riPRIDEamoci2020 #QueerPride2020

Il percorso è cominciato con le assemble del riPRIDEamoci di Roma.

Il percorso è cominciato con le assemble del riPRIDEamoci di Roma.
Poi sabato 13 giugno la “ripresa delle strade” con passeggiate, svolantinaggi, attacchinaggi, istallazioni, tutti segni queer lasciati tra il Quadraro, Torpigna e il Pigneto proprio a significare la presenza politica visibile e rESISTENTE di questo nuovo spazio politico nato dal basso.  L’idea era di spargere per i quartieri i corpi favolosi, ibridi, scomposti e mostruosi.

Per approfondire:  https://radiosonar.net/riprideamoci-gli-spazi/

L’idea lanciata dal collettivo QueerKong ha poi visto coinvolgersi persone singole, il collettivo deGender di Communia, l’assemblea TerraCorpiTerritori e il gruppo generi e consumi di NUDM, i Conigli bianchi, artist* fotograf* e videomaker in un percorso che ci ha portato fino al 28 giugno nella piazza di San Lorenzo.

L’appuntamento non è casuale perchè il 28 giugno è l’anniversario di Stonewall (1969) e quindi la scelta della data vuole riaffermare proprio “lo spirito di Stonewall”, quella frase con cui chiudeva sempre i suoi discorsi Sylvia Rivera, una delle grandi protagoniste di quella rivolta.
Il pride non si ferma, si rigenera. E si rigenera fuori dalla retorica delle marce tradizionali come dicono chi queste giornate e questi incontri ha “facilitato”.

Sara di queerKong


“I carri siamo noi” si diceva ieri quindi un gesto responsabile. Quei camion contribuiscono ad ammalare l’aria, quei carri sono sponsorizzati da multinazionali che usano le sponsorizzazioni per fare operazioni di pinkwashing che tendono a tenerle fuori dalle critiche alle loro politiche industriali e produttive sempre non coerenti con gli obiettivi antisistema del PRIDE stesso.

E i carri siamo noi ha significato inventarsi la pratica politica dell’ascoltiamo, giochiamo e balliamo con la stessa musica. Ognun* con il suo piccolo e favoloso altoparlante da passeggio, grazie alla collaborazione di RadioSonar.net e con una playlist d’eccezione preparata dalle splendide Playgirls from Caracas, Donatella Mazzariello di DonaSonica, Nancy Natali e complici.

Conigli Bianchi e Play girls form Caracas


E in piazza è stata un’esplosione di colori, di giochi, di corpi, di festa, di pensieri, di partecipazione, di favolosità con le bandiere donate da artist* ai conigli bianchi, gli striscioni, gli ombrelli arcobaleno, i tutù, i tacchi a spillo, le parrucche, il queerzionario, i laboratori sparsi per la piazza.

 Dona Sonic e Lucia 

 

Toni dei Conigli Bianchi


 

Una piazza favolos* partita alle 17 come da programma per un pomeriggio all’insegna della distruzione dell’eterocispatriarcato e dell’affermazione corporea della FROCIARCHIA !

Tra i laboratori la preparazione prima delle cartelle e poi il metterci i corpi nel GIOCAFROCIA

 Marita di Transfemminonda 

Davide Degender Communia

FROCIAJOUER Tutt*

QUEERSTORMING Il volantino del PRIDE non è stato scritto prima ma si è costruito insieme in piazza proprio a partire da le lotte che che i accomunano!

Francesca Degender Communia


SQUEERTART! che ha prodotto graffiti e installazioni urbane che hanno poi risignificato con messaggi di presenza politica e fisica le strade che abbiamo attraversato durante la passeggiata.

Intorno alle 20 è partito lo struscio favoloso che si è concluso a San Giovanni! Non si è chiesto il permesso al sistema ciseteronormato e patriarcale, piuttosto l’idea è stata quella di resistergli nello spazio pubblico esprimendo anche quest’anno l’orgoglio nelle sue espressioni corporee libere e autodeterminate.

Contro la violenza che da sempre e ancora di più nella pandemia ha ricacciato nell’armadio tante persone della comunità non binaria, queer, trans*, travesti, intersex, gay, lesbica, pansessuale, asessuale, bisessuale e PIÙ in case non sicure, in relazioni non scelte, che ha completamente nascosto e non previsto aiuti e sostegno all* lavorator* del sesso, che non ha garantito i farmaci e le cure necessarie, che ha imposto il ritorno a norme rigide di relazioni familiari che non corrispondono alle scelte di ogni persona.

Le distanze possono essere fisiche ma non sociali perché la cura l’un* dell’altru a partire da noi è patrimonio di questa comunità!

Il percorso del riPRIDEamoci non finisce qui. È uno spazio aperto, creativo, politico ribelle che non dà nulla per scontato e già deciso. È uno spazio orizzontale, consensuale, di crescita che si basa su ascolto e intelligenza collettiva. Il tacco a spillo lanciato il 13 e il 28 si fa percorso permanente.

Se vuoi partecipare qui tutti i contatti:

Collettivo politico QueerKong ecotransfemminista e antispecista

https://www.facebook.com/collettivoqueerkong/
mail di contatto: collettivoqueerkong@gmail.com

Degender Communia: Collettivo Femminista e LGBT*QIA+ (instagram, FB, www.facebook.com/degender.communia
http://www.communianet.org/gender
mail di contatto: degendercommuniaofficial@gmail.com

Assemblea Transterritoriale Terra Corpi Territori e Spazi Urbani di non una di meno
FB: https://www.facebook.com/assembleaTCTSUnudm
Twitter: @corpieterranudm
blog: https://retecorpieterranud.wixsite.com/seminaria/blog
Contatto mail: reticorpieterranudm@gmail.com

Conigli bianchi
mail: iconiglibianchi@gmail.com
http://coniglibianchi.it

Play girls from Caracas
mail:playgirlsfromcaracas@gmail.com
FB https://www.facebook.com/Playgirls-from-Caracas-446154609091412/

Dona sonic
donasonica@inventati.org blog https://onewomansho.wordpress.com

 Nancy Natali

https://www.facebook.com/eli.natali.7

A cura di Transfemminonda

Sostieni RadioSonar - Alza il Volume.

Tramite questo comodo form potete sostenere le attività dell'associazione con il sistema digitale di PayPal.

oppure potete effettuare donazioni o tesserarvi effettuando un versamento sul nostro conto corrente presso Banca Etica

Inserire un codice di sicurezza.:
security code
Codice di sicurezza:

INVIA
 

Dopo aver fatto il versamento scrivete una mail a radiosonar@gmail.com in cui inserite Nome, Cognome, Indirizzo, Cellulare, Codice Fiscale e indirizzo di posta elettronica ed allegate copia del pagamento. La tessera O altro materiale informativo e/o promozionale verrà spedito tutto immediatamente via posta ordinaria.

 
commenta su facebook