A San Basilio 60 ragazzi e ragazze danno voce ad una nuova webradio

 

Roma,il  18 novembre 2019 hanno avuto Inizio nel quartiere San Basilio di Roma le attività formative e culturali del progetto “SCUOLA InONDA. Una web radio per conoscersi e farsi conoscere”, finanziato
nell’ambito del programma “Per Chi Crea” dal MIBACT e dalla SIAE.

Il progetto, che terminerà alla fine dell’anno scolastico 2019-2020, è stato presentato dall’Istituto
Belforte del Chienti e da una rete di associazioni ed enti, con l’obiettivo di costruire ed attivare
una Web Radio scolastica che resti patrimonio della scuola, degli studenti e studentesse, e del
quartiere stesso anche ben oltre la fine del progetto.

Saranno infatti oltre 60 i ragazzi e le ragazze (delle classi Seconde) formati all’uso di una Web radio, guidati dagli esperti di Radiosonar.net che, non solo daranno loro indicazioni tecniche sull’utilizzo della strumentazione, ma li aiuteranno a costruire una vera e propria redazione, capace di inventare e realizzare trasmissioni radiofoniche.

Tra interviste “impossibili” alla scoperta del quartiere di San Basilio


Dopo un primo modulo generale, infatti, i partecipanti si divideranno in gruppi per affrontare
diversi argomenti. Accompagnati dagli esperti e dalle esperte di Solidarius Italia ed Officine Esse e
con il supporto dell’Associazione Trama, che da anni lavora con i giovani di San Basilio, anche presso la scuola popolare di San Basilio, i partecipanti andranno alla scoperta del proprio quartiere, si appassioneranno alla vita di personaggi celebri della storia o della cultura in genere e si confronteranno con temi più vicini alla loro generazione.


La Radio, tramite gli strumenti dell’intervista, della rubrica, del notiziario o dell’inchiesta, si trasformerà in un potente mezzo di conoscenza: di sé stessi e degli altri ma anche del luogo in cui si abita.

Oltre ai momenti formativi, Scuola InOnda prevede la realizzazione, nei locali della scuola e diffuse
sul territorio, di iniziative culturali aperte a ragazzi e ragazze di altre scuole e al quartiere: si
affronterà il tema della comunicazione (radiofonica e non solo) e del rapporto dei giovani con i
media e con l’informazione attraverso la visione di film e l’incontro con alcuni esperti.

La webradio come strumento didattico innovativo!

Il progetto si concluderà con un evento che coinvolgerà l’Istituto e il quartiere e la Web radio
rimarrà alla scuola per le classi future e per i professori, come strumento didattico innovativo.
Una Web radio a scuola:
 Perché i ragazzi e le ragazze inondino con la loro voce la scuola e il quartiere;
 Perché si crei una cassa di risonanza dell’Istituto in collegamento con ciò che lo circonda;
 Perché si rafforzi la scuola come hub culturale e, allo stesso tempo, si coinvolga il
territorio come comunità educante.

commenta su facebook