Seconda giornata del Silent Rome Festival: No Border Night!

Ecco il secondo estratto dal Silent Rome Festival 2020: ascoltiamo la presentazione di ” La rivoluzione dei Gelsomini” di Takoua Ben Mohamed sulla musica di Alessandro D’Alessandro.

Il Silent Roma Festival 2020 è alla sua seconda giornata, dedicata all’intercultura, al mondo, al rispetto e accoglienza reciproca.

Dalla No Borders night del festival possiamo riascoltare la presentazione del libro ” La rivoluzione dei Gelsomini” di Takoua Ben Mohamed sulla musica di Alessandro D’Alessandro ed il suo “preparato” organetto!

Approfondiamo  i contenuti:

” La rivoluzione dei Gelsomini” di e con Takoua Ben Mohamed

Modera: Salvatore D’Alessio

A soli otto anni Takoua ha dovuto lasciare il paese in cui è nata per raggiungere il padre, rifugiato politico in Italia. Solo molto più tardi, dopo la Rivolta dei Gelsomini che abbatte la dittatura di Ben Ali, quella giovane donna cresciuta parlando con l’accento romano è potuta tornare in Tunisia per rimettere assieme i pezzi della sua storia familiare, per smascherare il funzionamento della macchina repressiva e testimoniare di come le donne – le grandi protagoniste di questa storia – ne fossero oggetto. Ed è ripercorrendo al contrario quel viaggio, che l’ha portata dalle porte del deserto del Sahara alla periferia di Roma, che conosciamo la storia di Takoua: la storia di una delle tante bambine che, nate o cresciute in Italia da genitori non italiani, molti si ostinano ancora a definire straniere. Non so se questo mio viaggio è un viaggio di andata oppure di ritorno. Non so dov’è casa mia: se nel profondo sud della Tunisia, in mezzo al deserto, o nelle strade più trafficate di Roma.

Takoua Ben Mohamed:
graphic journalist italo-tunisina. Socia-fondatrice della produzione cinematografica M Collective Ltd. Autrice del catalogo “Woman Story”, e dei libri a fumetti “Sotto il velo” e “La Rivoluzione dei Gelsomini” Becco Giallo Editore e produttrice del  Docufilm “Hejab style” per Al-Jazeera documentary channel.

Collabora con diversi magazine e ha ricevuto molti riconoscimenti come quello della Evens European Journalism Prize 2019 e il moneygram award 2016.

Alessandro D’Alessandro solo presenta “Canzoni”

Libere interpretazioni per organetto preparato ed elettronica

‘Tra le più rilevanti espressioni della nuova leva musicale italiana’, Alessandro D’Alessandro, da sempre votato a contaminazioni tra generi diversi, ha portato uno strumento tipico della tradizione popolare come l’organetto a dialogare con altri stili, ritmi ed armonie, ampliandone notevolmente le capacità espressive ed il suono. In questa direzione si pone anche la sua più recente esplorazione della canzone d’autore, che segna anche il suo esordio come solista, con la trasposizione di alcuni classici nel linguaggio di un organetto che, nelle sue mani, sembra assumere ‘il respiro di un’orchestra’. Il suono intimo del suo strumento a mantice è sostenuto da un utilizzo molto personale dell’elettronica, dell’effettistica e dei loops in tempo reale; sovrapposizioni armoniche e ritmiche, suonate direttamente sull’organetto, attraverso un originale sistema di percussione dello strumento.

Alessandro D’Alessandro:

organettista, si dedica principalmente alla contaminazione dell’organetto con stili e
armonie non propriamente di matrice etnica, anche attraverso l’utilizzo dell’elettronica.
Negli anni, ha collaborato sia in studio che live con numerosi artisti. Nel 2017 vince la TARGA TENCO (miglior album in dialetto) per il disco ‘Canti, ballate ed ipocondrie d’ammore’ (Squilibri) realizzato insieme al cantautore Canio Loguercio. E’ solista e coordinatore dell’Orchestra Bottoni, una particolare big band formata per lo più da organetti, con la quale ha pubblicato diversi dischi tra cui ‘Orchestra Bottoni Live’, candidato alla Targa Tenco 2014 e molto apprezzato dalla critica specializzata. Si esibito in alcuni dei più importanti festival italiani e stranieri, dalla classica alla worldmusic, dalla canzone d’autore, al cinema o alla letteratura.

#SilentRomeFestival, il primo #Festival completamente #SILENT sbarca in capitale !
Progetto vincitore dell’avviso pubblico #EstateRomana 2020 – 2021 – 2022, fa parte di #Romarama 2020, il palinsesto culturale promosso da Roma Capitale, ed è realizzato in collaborazione con SIAE.

 

 

 

A cura di Claudia di Radiosonar.net

Sostieni RadioSonar - Alza il Volume.

Tramite questo comodo form potete sostenere le attività dell'associazione con il sistema digitale di PayPal.

oppure potete effettuare donazioni o tesserarvi effettuando un versamento sul nostro conto corrente presso Banca Etica

Inserire un codice di sicurezza.:
security code
Codice di sicurezza:

INVIA
 

Dopo aver fatto il versamento scrivete una mail a radiosonar@gmail.com in cui inserite Nome, Cognome, Indirizzo, Cellulare, Codice Fiscale e indirizzo di posta elettronica ed allegate copia del pagamento. La tessera O altro materiale informativo e/o promozionale verrà spedito tutto immediatamente via posta ordinaria.

 
commenta su facebook