Lavoratrici e lavoratori Alitalia: la mobilitazione continua- fermare il piano Ita per difendere occupazione, diritti e rilanciare il trasporto aereo italiano!

Ieri il presidio sotto la sede della newco Ita, dove era previsto l’incontro tra i vertici aziendali e i sindacati, ha espresso tutta la rabbia e la determinazione di chi non si arrende e andrà avanti per garantire il futuro lavorativo di oltre 10000 dipendenti, oltre a quello del trasporto aereo italiano.

L’occupazione simbolica della sede Ita da parte de dei sindacati e il presidio sono andati avanti fino a tarda serata.
Era inevitabile la rottura tra sindacati e azienda che ricordiamo essere a capitale pubblico e che intende procedere in modo arbitrario con un regolamento interno, senza le tutele e i diritti del CCNL, per le assunzioni nel ramo volo.

Viene inoltre data la possibilità ad Ita, attraverso un decreto del Governo di prendersi quello che vuole del ramo aziendale, scaricando i lavoratori dal pacchetto.

 

Per il resto nessuna ipotesi, garanzia e prospettiva per i lavoratori degli altri settori come handling e manutenzione, spacchettate e messe a bando. Una gestione politica della crisi aziendale che non prende minimamente in considerazione l’aspetto occupazionale e dove si regala una grossa fetta di mercato alla concorrenza.

Un’operazione orchestrata dall’Europa e un governo che non fa i nostri interessi come denunciamo da mesi e che attraverso la vertenza Alitalia intende portare avanti un duro attacco al lavoro.

Resta ai lavoratori Alitalia sollevarsi come stanno facendo da mesi e allargare la lotta. Sabato erano in corteo insieme ai lavoratori gkn perché solo un fronte unito che insorge può realmente difendere gli interessi della classe lavoratrice e della collettività.
Ieri un’altra giornata di lotta si è svolta a piazza San Silvestro in occasione dell’ audizione parlamentare dei vertici Ita e poi dei sindacati.

Appuntamento per  venerdì 24 settembre per supportare  lo sciopero del trasporto aereo.

Sostieni RadioSonar - Alza il Volume.

Tramite questo comodo form potete sostenere le attività dell'associazione con il sistema digitale di PayPal.

oppure potete effettuare donazioni o tesserarvi effettuando un versamento sul nostro conto corrente presso Banca Etica

Inserire un codice di sicurezza.:
security code
Codice di sicurezza:

INVIA
 

Dopo aver fatto il versamento scrivete una mail a radiosonar@gmail.com in cui inserite Nome, Cognome, Indirizzo, Cellulare, Codice Fiscale e indirizzo di posta elettronica ed allegate copia del pagamento. La tessera O altro materiale informativo e/o promozionale verrà spedito tutto immediatamente via posta ordinaria.