IN TANTE E TANTI A ROMA ALLA MANIFESTAZIONE PER DIFENDERE I DIRITTI DEI LAVORATORI E LAVORATRICI DELLO SPETTACOLO E DELLA CULTURA

In piazza Ss Apostoli a Roma si sono  radunati moltissimi lavoratori e lavoratrici per la prima manifestazione nazionale dello Spettacolo e della Cultura, lasciati da soli e senza tutele durante e dopo il lockdown causato dal Covid 19

Convocateci dal Vivo!

A Roma, il 27 giugno si è tenuta la prima manifestazione nazionale dei precari e precarie dei settori dell’arte dello spettacolo e della cultura.  Una Piazza Santi Apostoli gremita, nonostante il caldo,  di lavoratori e lavoratrici di tutte le maestranza rimaste senza tutele durante il lockdown e dopo la Fase 3

La Giornata odierna, giunge dopo tante iniziative territoriali  avvenuti negli ultimi mesi in tutta Italia  per richiedere sostegni economici al Governo Conte.
Ad oggi, infatti, è sempre più evidente che se non fosse possibile effettuare una vera riapertura delle attività del mondo della Cultura in Italia, la crisi del settore già in atto, rischierà di compromettere in maniera irreparabile tanti,troppi, posti di lavoro.

 

contributi dal Palco:

Piero De Checchi / Maestranze dello spettacolo Veneto


Anna Maria Bruni  –  Spazio Libero teatro

 

Franz assemblea lavoratori e lavoratrici dello spettacolo del Friuli Venezia Giulia


Adriano Bono  – Artista


Giovanni Ceraolo – Usb – Teatro Goldoni Livorno

Sostieni RadioSonar - Alza il Volume.

Tramite questo comodo form potete sostenere le attività dell'associazione con il sistema digitale di PayPal.

oppure potete effettuare donazioni o tesserarvi effettuando un versamento sul nostro conto corrente presso Banca Etica

Inserire un codice di sicurezza.:
security code
Codice di sicurezza:

INVIA
 

Dopo aver fatto il versamento scrivete una mail a radiosonar@gmail.com in cui inserite Nome, Cognome, Indirizzo, Cellulare, Codice Fiscale e indirizzo di posta elettronica ed allegate copia del pagamento. La tessera O altro materiale informativo e/o promozionale verrà spedito tutto immediatamente via posta ordinaria.

 
commenta su facebook