16 February 2021  /  Tiz

In questa nuova puntata, parliamo delle nuove proteste giovanili in Tunisia

Sfidando il coprifuoco governativo, hanno alzato la voce contro la disoccupazione e il fallimento politico di gestire lo stato sociale, dalla formazione alla sanità, situazione tipica di un paese controllato e sfruttato, tramite numerosi accordi, dall’Unione Europea. Si tratta di giovani e giovanissimi che sotto lo slogan

We were born in your world, you will die in ours

sono stati vittime di una forte repressione che ha portato a migliaia di persone, tra cui anche minori, in carcere.

Continuiamo poi con la crisi abitativa nel nostro paese esacerbata dalla crisi dell’emergenza coronavirus, che per quel che riguarda gli studenti vede da una parte manifestarsi con studentati privati a prezzi inaccessibili e dall’altra con tagli agli studentati pubblici a cui viene messa una pezza con misure spot quali il bonus affitti.

Caso esemplare è quello di Totta, studentessa fuori sede dell’UniTo

che ora rischia di essere sfrattata per la mancanza di tutti quei “lavoretti” con cui permettersi l’affitto.

Terminiamo focalizzandoci sul degrado civile e sociale che sta attraversando gli Stati Uniti in questo momento, con l’aumento negli ultimi anni della vendita delle armi che beneficia gruppi armati anti-governativi filo-Trumpisti, come visto il 6 gennaio con l’Assalto del Campidoglio.

Disponibile su:

 

 

 

Sostieni RadioSonar - Alza il Volume.

Tramite questo comodo form potete sostenere le attività dell'associazione con il sistema digitale di PayPal.

oppure potete effettuare donazioni o tesserarvi effettuando un versamento sul nostro conto corrente presso Banca Etica

Inserire un codice di sicurezza.:
security code
Codice di sicurezza:

INVIA
 

Dopo aver fatto il versamento scrivete una mail a radiosonar@gmail.com in cui inserite Nome, Cognome, Indirizzo, Cellulare, Codice Fiscale e indirizzo di posta elettronica ed allegate copia del pagamento. La tessera O altro materiale informativo e/o promozionale verrà spedito tutto immediatamente via posta ordinaria.