PIENƏ DI RABBIA E FASTIDIO NON BINARIO

Voci dalle piazze

Quest’anno a Roma è stata lanciato un incontro speciale della TRANSFREEDOM March visto che è la città dove si è concretamente consumata quella guerra ideologica sui nostri corpi e sulle nostre vite per ribadire, hanno scritto le associazioni che l’hanno organizzata il “NO” a un mondo che considera la nostra vita insignificante. Ci sono stati TDOR in molte altre città e qui troverete le voci raccolte durante la marcia a Roma e le testimonianze da altre piazze. Il titolo dell’articolo lo abbiamo preso in prestito dallo striscione di guerrilla transpoetica che ringraziamo

Buon ascolto!

Diego Cricelli di BOA Brianza oltre l’arcobaleno

Reí unu ragazzu non binario

Marcia di libere soggettività di NUDM

Marte, persona non binaria agender, operaio

Eva che racconta il TDOR di Modena e Torino

Guerrilla Transpoetica

Dal 1999 a San Francisco, il 20 di Novembre è il giorno della memoria trans è il momento in cui le comunità LGTBQIPA+ si riuniscono, scendono in piazza, commemorano e si rivoltano contro l’odio, la stigmatizzazione, la cancellazione e kla discriminazione sistemica del patriarcato verso le persone trans e di genere non conforme: Una vviolenza fatta di discriminazioni quotidiane, di bullismo, di risate e commenti, di molestie, di abusi, di aggressioni, di cacciate di casa, di violenze domestiche, di ricatti e che culmina con femminicidi e trans*cidi spesso nenache rilevabili, monitorabili denuncibili.

Nel 2014 a Torino fu lanciata la TRANSfreedomMarch per rivendicare la libertà e il fondamentale diritto all’autodeterminazione.

La giornata del 20 cade nella settimana transfemminista che culminerà il 27/11 a Roma con la manifestazione nazionale organizzata da Non Una di Meno.

“Esigiamo una legge sull’Identità di genere che preveda l’autodeterminazione attraverso il consenso informato – leggiamo in un evento – L’attuale legge 164 del 1982 patologizza le persone trans* costringendole al giudizio di tribunali e personale medico. Ci poniamo oltre al binarismo e rivendichiamo l’affermazione di genere.

In questo articolo avete ascoltato le voci che abbiamo raccolto durante la marcia a Roma e il contributo da Modena e Torino

A cura di  Mari

Sostieni RadioSonar - Alza il Volume.

Tramite questo comodo form potete sostenere le attività dell'associazione con il sistema digitale di PayPal.

oppure potete effettuare donazioni o tesserarvi effettuando un versamento sul nostro conto corrente presso Banca Etica

Inserire un codice di sicurezza.:
security code
Codice di sicurezza:

INVIA
 

Dopo aver fatto il versamento scrivete una mail a radiosonar@gmail.com in cui inserite Nome, Cognome, Indirizzo, Cellulare, Codice Fiscale e indirizzo di posta elettronica ed allegate copia del pagamento. La tessera O altro materiale informativo e/o promozionale verrà spedito tutto immediatamente via posta ordinaria.