In un’estate romana che sembra volercela metter tutta per ritrovare la sua magia, c’è un appuntamento che forse più di tutti è atteso da chi vuole condividere serate spensierate tra musica, spettacoli e cultura: il Villa Ada Festival

Dal 16 giugno infatti, uno degli spazi verdi più belli della Capitale, è tornato ad ospitare il palco che era diventato un punto di riferimento da diversi anni.

E lo fa con un programma ricco e variegato, che svaria da artisti musicali più noti fino a quelli più di nicchia, con tanti intermezzi a fornire materiale anche diverso dai classici concerti: stand-up comedy, dj set e persino serate karaoke.

Tra i nomi “grossi” vanno segnalati Ermal Meta (8 luglio) Almamegretta (13 luglio) e Manuel Agnelli (19 luglio). Ma quello di Villa Ada è un festival dove c’è l’opportunità anche di assistere ai live di artisti di grande livello in generi musicali meno mainstream ma che i veri appassionati sanno apprezzare.

Ad esempio, da non perdere i Badbadnotgood (3 luglio) ensemble newyorkese in grado di miscelare sapientemente jazz, funk, hip-hop e sperimentazioni elettroniche per un groove che ha toccato vette di alta qualità con il loro ultimo album “Talk Memory”.

A tutto groove

Ancora, a proposito di groove, saranno serate di un certo livello quelle che vedranno  protagonisti i veterani James Senese (2 luglio) e Franco Micalizzi (17 luglio). Tra l’altro prima del concerto del Maestro e della sua Bubbling Band, da sottolineare il DJ set di Katzuma, ovvero Deda dei Sangue Misto, vero e proprio mito dell’Hip-Hop nazionale.

HIP – HOP

A proposito di Hip-Hop, ce n’è in abbondanza e per tutti i gusti: si parte con il rap intellettuale di Murubutu (25 giugno), si passa per l’energia ed il talento di Speranza ed Ensi (insieme il 28 giugno) e per uno dei rappresentanti più validi della nuova generazione, Ketama126 (7 luglio) fino ad arrivare alla seratona “golden age” in cui saranno protagonisti Kaos, Colle Der Fomento e DSA Commando (14 luglio).

CANTAUTORATO E INDIE

Il cantautorato di qualità è rappresentato da nomi quali Meg, Eugenio In Via di Gioia, Il Muro del Canto e Giancane. Poi ci sono serate indie come quella dedicate alle crew Honiro e Spaghettiland, nomi internazionali di livello quali Jesus And Mary Chain e Kings Of Convenience ed infine lo spazio comico per niente banale con i nomi di Luca Ravenna (già sold out), Stefano Rapone ed Ascanio Celestini.

E non finisce qui, il menù è completato dall’offerta enogastronomica dei vari stand, da tanti piccoli eventi “di contorno” e dal fresco serale di Villa Ada che rende il tutto ancora più piacevole.

Infine, mi fa piacere sottolineare i prezzi più che accessibili e i tanti eventi gratuiti presenti. Un toccasana in questo periodo in cui spesso per assistere a un concerto occorre fare risparmi da mesi prima.

Per l’evento ed il programma completo, consultare
www.villaadafestival.it

A cura di Claudio Contini

Sostieni RadioSonar - Alza il Volume.

Tramite questo comodo form potete sostenere le attività dell'associazione con il sistema digitale di PayPal.

oppure potete effettuare donazioni o tesserarvi effettuando un versamento sul nostro conto corrente presso Banca Etica

Inserire un codice di sicurezza.:
security code
Codice di sicurezza:

INVIA
 

Dopo aver fatto il versamento scrivete una mail a radiosonar@gmail.com in cui inserite Nome, Cognome, Indirizzo, Cellulare, Codice Fiscale e indirizzo di posta elettronica ed allegate copia del pagamento. La tessera O altro materiale informativo e/o promozionale verrà spedito tutto immediatamente via posta ordinaria.