15 May 2021  /  Mari con Lara, Africa, Amparo , Jeronimo e la Solfonica

dalla Spagna Mari e altr∂ attivist∂ del 15M ce ne raccontano la storia e la permanenza

15M: risvegliarsi, resistere e avanzare creando

il 15 maggio del 2011 abbiamo piantato semi in Puerta del Sol che hanno germinato velocemente, che hanno messo radici riempiendo di vita piccole o grandi piazze di città, quartieri e territori, riaccendendo movimenti e collettivi e, sopratutto, rendendo forti le radici del nostro agire, pensare, sentire 

Video de EL País sui 10 anni del 15M

¿Cosa significa il 15 maggio?

Vogliamo continuare ad essere persone e spazi che fanno rete, che tendono mani, che si incontrano virtualmente e fisicamente in ogni luogo. In questi 10 anni al 15M sono cresciuti innumerevoli rami che si sono propagati in mille spazi e in contesti che seguono costruendo collettivamente progetti, iniziative, raggiungimento di obiettivi di lotta e sogni.

Conviviamo in una diversità che ci aiuta a riconoscere che dobbiamo continuare sempre più questo processo di consapevolezza in questo occidente disumanizzato e individualista unendoci per un cambiamento globale che non può che iniziare da noi. E questi semi continueranno a produrre germogli e frutti per creare un mondo più giusto, solidale, più inclusivo e diverso, più rispettoso e felice.

Confluenza

Nel movimento 15M confluiscono aspirazioni profonde che si fondano nella creazione di tessuti sociali che si incontrano in due assi di azione, uno è la difesa dei diritti acquisiti e l’altro che costruisce nuove realtà con forme di vita basate sulla cooperazione, recuperando relazioni affettive di prossimità e basate sulla fiducia.

La pratica del collettivo e il valore unico di ogni persona

intendiamo che la pratica del collettivo, la partecipazione comunitaria e l’autogestione visibilizzano sempre più la debolezza di un modello sociale neoliberale che genera crisi economiche e affettive. Crisi nate dal mettere i profitti prima delle persone e dell’ecosistema. Le esperienze di autogestione vissute nell’accampata e nelle assemblee ha attualizzato e dato impulso a pratiche collettive che portano con sé il riconoscimento del valore unico di ogni persona. Questa è la cultura e forma in cui vogliamo vivere.

Tra gli eventi di quest’anno con gli hashtags #OCCUPYMARS15M #MARTE15M si rilancia la lettura del monologo di MARTE  A FAVORE DELLA CULTURA da parte di gente da tutto il mondo in risposta a un diffuso desiderio di rivalsa e rivendicazione delle libertà e contro l’abuso di potere. Il monologo è stato tradotto in 17 lingue e letto da centinaia di attivisti a livello globale, tanto nelle piazze e strade delle città come online.

Qui Anna Maria Bruni @morgancrazy, speaker di radio Sonar e attora lo interpreta per noi.

Per partecipare alla lettura di Marte qui troverai il testo in tutte le lingue www.occupymars15m.blogspotz 

NON ABBIAMO BISOGNO DI PERMESSI PER VIVERE LE NOSTRE LIBERTÀ!

maggiori informazioni http://mayoglobal.blogspot.com/

Contatto: mayoglobal@gmail.com

Twitter: @EspacioComun15M

Instagram: 10aniversario15m 

Facebook Espacio Común 15M https://es-la.facebook.com/espacio15M/

#10años15M #10anni15M

TRANSfemmINonda del 15/05/2021 – il 15M compie 10 anni

El pueblo unido – Inti Illimani

La Solfonica 15M canta

En la puerta del sol

No nos representan

Rebelión

La canción del pueblo