Che il 2020 non sia stato un anno benevolo crediamo sia opinione ormai diffusa.

La Astronza, nella trasmissione de Le Sbarbine, ci aveva parlato di un anno duro di lavoro e stasi, dove i valori subivano un cambiamento significativo pronti per dar forza poi a una nuova rivoluzione.

Quando si parla di Saturno si pensa sempre a un destino avverso che non ti rende nulla semplice, ti mette di fronte un periodo di riflessione forzata per cambiare le proprie scelte.
Ebbene l’anno che abbiamo portato a termine è stato un anno che ha visto la pandemia divorare una intera generazione, ci ha visti chiusi a pensare solo al lavoro e alle negazioni imposte per senso civico e legislativo.

Balconi con le scritte “Andrà tutto bene” e l’appuntamento delle 18.00 per cantare inni ma anche le migliori hit pop.

In questo strano contesto il mondo virtuale prende un ruolo determinante. Per tutti diventano familiari mezzi di comunicazione finora totalmente ignorati, siti ed app che permettono meeting on-line diventano le sole vie per raggiungere persone lontane.
Per la maggior parte del 2020 abbiamo trascorso il nostro tempo chiusi in casa ad attendere i numeri della protezione civile, i nuovi DPCM e le parole di Conte in diretta facebook. Un moderno oracolo che ci illuminava di speranza o di rabbia.

Nel 2020 la Radio come mezzo d’intrattenimento, approfondimento o semplice mezzo di compagnia cambia totalmente il suo aspetto.

Grandi network rapidamente cambiano i palinsesti, il modo di intrattenere e informare cambia radicalmente al pari della fruizione del mezzo. Tanti dirigenti vengono sostituiti da figure più dinamiche e “giovani”. La Radio in FM subisce un brusco rallentamento proprio perchè vengono limitati gli spostamenti, che in Italia sono solitamente svolti in auto. L’utente da passivo/distratto ascoltatore incomincia un percorso di conoscenza del grandissimo mondo offerto dal web. Vengono scoperte WebRadio con caratteristiche generaliste o a target specifico, ma soprattutto a prendere il ruolo da protagonisti sono i podcast, ascoltabili quando e dove si vuole.

Grandi piattaforme proprietarie investono su grandi nomi dello star system per lanciare progetti di podcasting

In questa dimensione Radiosonar.net si trova, come alle sue origini, senza uno studio da poter attraversare e condividere. Ma non ci siamo persi d’animo! Tutti gli e le Speaker si sono messi in gioco per continuare con i loro mezzi a produrre ore di informazione, intrattenimento e approfondimenti musicali. Abbiamo in poco tempo cambiato radicalmente il modo di lavorare e produrre, inserendo nel nostro quotidiano una forte capacità di auto-formazione, mettendoci a confronto con mezzi più o meno professionali.
I numeri raccolti parlano chiaro di un incremento dei fruitori nel vasto mare del web.

Nel nostro “piccolo” abbiamo collezionato:

  1. 65.692 ore di ascolto
  2. 45.000 circa ascoltatori unici
  3. 253.269 sessioni uniche
  4. Circa 150.000 download di podcast
  5. Raggiunti più di 100 Stati nel Mondo.
  6. 40.000 utenti unici c.a. hanno visitato il nostro sito
  7. Più di 500 download della nostra app dallo store di google.

Come per ogni transito di Saturno che prevede un momento di stasi e riflessione per poi ripartire superando ogni limite, anche Radiosonar ha dedicato questo 2020 a una più intima produzione per superare ogni limite che viene imposto!

Per concludere al meglio quest’anno significativo, che ha visto molte nuove trasmissioni entrare nel palinsesto e molte altre confermare il proprio percorso con Radiosonar, abbiamo deciso di giocare tra di noi per capire cosa abbiamo ascoltato e cosa abbiamo apprezzato del nostro palinsesto.
Abbiamo chiesto a tutti i partecipanti della radio di selezionare, secondo il loro personale gusto, tre trasmissioni e di assegnare ad ognuna un punteggio. Una personale classifica composta da terzo, secondo e primo.
Il risultato fa emergere un’attenzione per nulla scontata dei nostri speaker nelle produzioni dell’intero gruppo. Hanno analizzato le sigle, i temi, la crescita professionale, la musica selezionata e i contenuti.

In conclusione dell’anno abbiamo fatto una diretta video “Il Gran Galà di Radiosonar.net” per fare un piccolo sunto dell’anno passato, per dar voce al Superclassificone e per una versione intima della Strummer Night

5° classificata The Cinderella’s Show: Trasmissione alla seconda stagione di attività condotta, curata e diretta da Nella Cinderella. Il Talk- show del venerdì con ospiti, flussi di coscienza, molta buona musica e chiacchiere. Come una fenice, la nostra Nella, si è formata in altri programmi radio per poi finalmente rigenerarsi in un suo progetto solista e non solo.
L’impegno di Nella in Radiosonar è forte e profondo. Le Sbarbine le devono molto, il suo impegno ha permesso di mantenere l’appuntamento quotidiano con le monografie dedicate alle donne che hanno segnato la storia musicale.

4°classificato Move on up!: Simone è arrivato alla quarta stagione del suo programma dedicato al funk, soul e R&B da tutto il mondo. In questo 2020 abbiamo perso la sua voce in diretta, sostituita da una selezione musicale di 60 minuti composta di vere chicche. Come dice il nostro Mr. Green “anche Shazam getta la spugna di fronte alle selezioni musicali del buon Simone”. Alla nostra enciclopedia musicale auguriamo di tornare presto in voce per spiegarci i percorsi musicali degli artisti.

3° classificati La discoteca del Diavolo/Le Sbarbine: a pari punti raggiungono la medagli di Bronzo due trasmissioni molto diverse. La prima: un viaggio notturno e in solitaria del peggior Bluesman di Roma est negli archivi del Satanasso, per scoprire il miglior Blues e tutte le sue varianti attraversando in ogni puntata i limiti dello spazio e del tempo; per Le Sbarbine, in questo anno ci sono stati molti cambiamenti, la trasmissione che si occupa di “quello che le donne dicono, pensano e fanno” è diventato un contenitore di approfondimento dell’attualità e di molti temi che coinvolgono le donne o più in generale le libere soggettività.

2° classificata Mangiaradio: Trasmissione condotta e diretta da Claudia da ben quattro stagioni! Una trasmissione che parte dal cibo per raccontare tutto quello che gli ruota a torno. In questo ultimo anno la trasmissione ha raggiunto tantissimi punti del nostro paese per raccontare esperienze, musica e ricette mescolando con cura ospiti, interviste e rubriche da tutta Italia. Claudia è riuscita con il cibo a radunare ad una tavolata radiofonica tantissime realtà e persone anche grazie al supporto del Network Radiofonico Gemini.

1° classificati Serch&Destroy Radio: Reginetti indiscussi del Mercoledì sera di Radiosonar.net! Con otto stagioni nel loro percorso si aggiudicano anche il premio fedeltà alla radio e al loro coro, solo in apparenza scoordinato dedicato al garage, punk r’n’r e dintorni, va il nostro miglior augurio di eterna giovinezza. La trasmissione più apprezzata è un grande contenitore di 120 minuti ricolmo di ottima musica, interviste e curiosità dal mondo punk-rock e non solo. Dal frastuono dello studio sono passati alle produzioni più intime e ordinate delle proprie abitazione ma senza perdere lo spirito ribelle che gli accomuna. I nostri complimenti a tutti gli autori di Search&Destroy!

Infine ringraziamo gli storici speaker del mercoledì sera che da anni portano insieme avanti la Strummer Night: la serata live che al Trecentossessanta Gradi a San Lorenzo omaggiava il genio di Joe Strummer! Potete apprezzarne il lavoro ascoltando i numerosi podcast presenti sul sito di Radiosonar.net e vedendo il video qui sotto.

Sostieni RadioSonar - Alza il Volume.

Tramite questo comodo form potete sostenere le attività dell'associazione con il sistema digitale di PayPal.

oppure potete effettuare donazioni o tesserarvi effettuando un versamento sul nostro conto corrente presso Banca Etica

Inserire un codice di sicurezza.:
security code
Codice di sicurezza:

INVIA
 

Dopo aver fatto il versamento scrivete una mail a radiosonar@gmail.com in cui inserite Nome, Cognome, Indirizzo, Cellulare, Codice Fiscale e indirizzo di posta elettronica ed allegate copia del pagamento. La tessera O altro materiale informativo e/o promozionale verrà spedito tutto immediatamente via posta ordinaria.