23 January 2021  /  mari

Voci dal mondo della cultura italiana

16esima puntata di TRANSfemmINonda che parte dalla presa di parola di 122 personalità della cultura arabe e palestinesi (pubblicata dal Guardian e in italiano dal sito Zeitun).

Nella lettera si fa una critica forte all’antisemitismo purtroppo risorgente in occidente (USA e Europa) legato a movimenti nazifascisti ma si mette anche in luce l’uso strumentale che si fa di questa parola quando l’obiettivo palese è delegittimare la lotta contro l’oppressione del popolo palestinese sotto occupazione e la negazione dei loro diritti.

La lettera si riferisce infatti alla definizione di antisemitismo dell’IHRA (Alleanza Internazionale per la memoria dell’Olocausto) definizione che purtroppo anche il consiglio dei ministri del nostro paese ha assunto il 17 gennaio 2020 ‘L’antisemitismo è una certa percezione degli ebrei che può essere espressa come odio nei loro confronti. Le manifestazioni retoriche e fisiche di antisemitismo sono dirette verso le persone ebree, o non ebree, e/o la loro proprietà, le istituzioni delle comunità ebraiche e i loro luoghi di culto’.

In questa puntata Alessandra Mecozzi e Anna Farkas si fanno inviate di Transfemminonda e intervistano Miryam Marino, Domenico Gallo, Wasim Dahmash e Susanna Sinigaglia che con altre 276 persone hanno firmato un documento di sostegno alla lettera

Alessandra Mecozzi Ha lavorato nel sindacato Fiom-Cgil per 41 anni, di cui 15 a Torino dove ha sviluppato insieme ad altre una attività di “femminismo sindacale”, dal 1978. è stata responsabile del settore internazionale della FIOM e ha seguito le attività dei Forum sociali mondiali ed europei. Attivista per la Palestina dal 1988 dal primo campo di pace delle donne palestinesi italiane e israeliane. Durante l’attività sindacale ha curato delegazioni e progetti in Palestina. Attualmente è presidente della associazione Cultura è Libertà, dedicata alla promozione della cultura palestinese e al sostegno a progetti di giovani in Palestina.

Anna Farkas Nata a Roma da genitori profughi ungheresi ebrei, è cittadina statunitense e britannica. Laureata in Archeologia, Storia medievale e Museologia. Dal 1992 ha lavorato come traduttrice, ricercatrice, scrittrice e copy-editor per varie case editrici inglesi, per ong e pubbliche istituzioni in Italia, attualmente come copy-editor alla FAO. E’ attivista dal 2004, prima in U.S. Citizens for Peace and Justice di Roma, poi nel Progetto antirazzista di Garbatella, nella Rete Eco – Ebrei contro la occupazione, e attualmente nella Rete romana di solidarietà con il popolo palestinese.

Anna e Alessandra si fanno inviate di TransfemmInonda e intervistano: 

Miryam Marino scrittrice, artista e attivista per i diritti umani è impegnata nella Rete ECO – Ebrei contro l’occupazione e nella associazione culturale Stelle Cadenti – Artisti per la pace. Ha pubblicato libri di narrativa e saggistica per raccontare l occupazione e la resistenza palestinese.

Domenico Gallo Magistrato dal 1977, ha partecipato attivamente alla vita della corrente “magistratura democratica” e dell’Associazione Europea dei Magistrati “MEDEL”. Nel settembre del 1994 è stato eletto Senatore ed ha svolto le funzioni di Segretario della Commissione Difesa. Nel 1996 è rientrato in magistratura, assumendo le funzioni di magistrato civile presso il Tribunale di Roma. Dal 2007 è in Cassazione, attualmente è in servizio come Presidente della Seconda sezione penale presso la Corte di Cassazione.Ha curato numerose pubblicazioni su temi attinenti a questioni di carattere istituzionale ed in materia di diritti dell’uomo. Dal 2016 collabora con un editoriale settimanale al Corriere dell’Irpinia – Quotidiano del Sud. In particolare ha pubblicato il saggio “la questione palestinese nel diritto internazionale” ed il saggio “Il nuovo ordine internazionale”. Collabora con il quotidiano il Manifesto e con i siti on line di Micromega, Articolo21 e Mediterraneocronaca.

Wasim Dahmash, palestinese nato a Damasco nel 1948, è stato professore universitario . Tra il 1980 e il 2015 ha tenuto corsi in molte università italiane. I suoi principali interessi di ricerca sono la dialettologia e letteratura araba con particolare riferimento ai dialetti della regione sirio-palestinese e la storia contemporanea del Vicino e Medio Oriente. Attualmente dirige le Edizioni Q. E’ membro dell’Associazione Gazzella che si occupa di sostegno ai bambini feriti nella Striscia di Gaza.

Susanna Sinigaglia. Laureata in sociologia, vive e lavora a Milano. Studiosa del conflitto israelopalestinese ha, fra l’altro, progettato e curato due raccolte di saggi sulla questione degli ebrei israeliani provenienti dai paesi di cultura arabo-islamica: Ebrei arabi: terzo incomodo? pubblicato nel 2012 e Israele/Palestina/Medioriente: una prospettiva etnostorica, pubblicato nel 2016. Insieme a Monica Macchi, sta ora lavorando alla scrittura di vari saggi intorno all’idea di “Levante” che vengono pubblicati sul blog “La bottega del Barbieri”. Dal 2015 collabora con il gruppo Casa per la pace, che organizza ogni anno un viaggio di conoscenza in Israele e nei Territori palestinesi occupati, per quanto riguarda la formazione dei volontari.

TransFemmİNonda del 23/01/2021 – ANTISEMITISMO? NO, grazie

Disponibile su:

 

 

 

Sostieni RadioSonar - Alza il Volume.

Tramite questo comodo form potete sostenere le attività dell'associazione con il sistema digitale di PayPal.

oppure potete effettuare donazioni o tesserarvi effettuando un versamento sul nostro conto corrente presso Banca Etica

Inserire un codice di sicurezza.:
security code
Codice di sicurezza:

INVIA
 

Dopo aver fatto il versamento scrivete una mail a radiosonar@gmail.com in cui inserite Nome, Cognome, Indirizzo, Cellulare, Codice Fiscale e indirizzo di posta elettronica ed allegate copia del pagamento. La tessera O altro materiale informativo e/o promozionale verrà spedito tutto immediatamente via posta ordinaria.