30 January 2021  /  mari

Verso lo sciopero globale transfemminista dell’8 marzo

 

Questa 17esima puntata di TransfemmInonda vuol essere un contributo al dibattito che parte proprio oggi in Non una di Meno e continuerà nelle giornate del 30 e 31 gennaio dove si articoleranno alcuni Gruppi tematici di discussione verso lo sciopero dell’8 marzo: Violenza e Percorsi di fuoriuscita; Scuola; Economia e Lavoro; Salute; Corpi, Ecosistema, Giustizia Climatica. La seconda tappa sarà l’Assemblea Nazionale del 6 febbraio.

In questa puntata ascoltiamo le voci di Graziella, Marta, Marte, Maurizia, Teresa che condividono le loro riflessioni a partire da una lettura femminista e transfemminista del Recovery plan  approvato dal consiglio dei ministri il 12 gennaio 2021.

A fronte di uno stanziamento di risorse economiche per la ripresa, il Recovery Planleggiamo sull’appello di NUDM– non rompe la disciplina dell’austerità sulle vite e sui corpi delle donne e delle persone LGBT*QIAP+.

A un anno dall’esplosione dell’emergenza sanitaria, la pandemia ha travolto tutto, anche il nostro movimento e la nostra lotta, rendendoli ancora più necessari e urgenti. È a partire dalla consapevolezza e dalla fantasia che abbiamo maturato in questi mesi di pandemia che sentiamo il bisogno di costruire per il prossimo 8 marzo un nuovo sciopero femminista e transfemminista, della produzione, della riproduzione, del e dal consumo, dei generi e dai generi

Proprio oggi che il nostro lavoro, dentro e fuori casa, è stato definito «essenziale», e questo ci ha costrette a livelli di sfruttamento, isolamento e costrizione senza precedenti, noi diciamo che “essenziale è il nostro sciopero, essenziale è la nostra lotta!”.

Le voci che ci propongono la lettura fucsia del recovery plan sono di

Graziella, donna e compagna del coordinamento delle assemblee delle donne e delle libere soggettività dei consultori del Lazio, dell’assemblea di Non Una di Meno Roma e operatrice della salute fortunatamente in pensione

Marta, insegnante precaria di matematica e fisica. Attivista di Non Una di Meno Roma

Marte, attivista transgender nb, femminista, operaio, dell’assemblea Transterritoriale Marche di NUDM, impegnato contro le discriminazioni e per i diritti delle diverse identità di genere nei luoghi di lavoro, ha partecipato attivamente agli scioperi nel settore dei multiservizi tra l’11 e il 23 marzo 2020

Maurizia, ricercatrice sociale, operatrice delle politiche attive del lavoro, appassionata di immigrazione anche per la formazione da arabista, attivista delle camere del lavoro autonomo e precario e imperversa nei movimenti sociali ormai da 30 anni

Teresa, attivista dell’assemblea NUDM Roma. Adora l’estate e detesta i binarismi. Lavora da anni con i movimenti sociali e popolari contadini a livello globale per il diritto al cibo e per una trasformazione femminista, transfemminista e antipatriarcale dei sistemi alimentari.

articoli correlati  20-28 novembre 2020 La zona fucsia avanza

TRANSfemmINonda del 30/01/2021 – Sguardi fucsia sul recovery plan

La Maestra, del gruppo catalano Zoo Posse

Rino Gaetano Il cielo è sempre più blu

Straight to hell dei Clash

Así está la cosa [RAP Combativo] Actitud María Marta

Las Invertidas di Sudor Marika con la collaborazione di Chocolate Remix

Disponibile su:

 

 

 

Sostieni RadioSonar - Alza il Volume.

Tramite questo comodo form potete sostenere le attività dell'associazione con il sistema digitale di PayPal.

oppure potete effettuare donazioni o tesserarvi effettuando un versamento sul nostro conto corrente presso Banca Etica

Inserire un codice di sicurezza.:
security code
Codice di sicurezza:

INVIA
 

Dopo aver fatto il versamento scrivete una mail a radiosonar@gmail.com in cui inserite Nome, Cognome, Indirizzo, Cellulare, Codice Fiscale e indirizzo di posta elettronica ed allegate copia del pagamento. La tessera O altro materiale informativo e/o promozionale verrà spedito tutto immediatamente via posta ordinaria.