10 February 2021  /  Anna Maria Bruni

I Lavoratrici e lavoratori dello spettacolo dal vivo tornano a mobilitarsi, e voglio farlo insieme al pubblico che vuole tornare a teatro ma anche a tutto il mondo del lavoro precarizzato, perché le parole d’ordine sono le stesse.

L’assemblea di Roma lanciata dagli Autorganizzati dello spettacolo, tenutasi sabato al centro sociale Acrobax, questo dice. Lo dicono i Presidi Culturali Permanenti Roma, A2U, le CLAP, l’Arci, l’Slc-Cgil, PAP, e i tanti attori, attrici, tecnici e maestranze che hanno partecipato.

Tre i punti principali: convocazione dei tavoli interministeriali per riaprire in sicurezza e per una riforma strutturale del settore, reddito universale e convergenza con altri settori.

Scendere in piazza con studenti e insegnanti, con il settore sanitario, con i lavoratori precarizzati, questo è l’orizzonte che, a un anno di chiusura dei teatri, alza il tiro di una lotta che non si è mai fermata ma che la politica, ripiegata su se stessa dentro una crisi a uso e consumo dei poteri forti, continua ad ignorare.

Tante le città che si stanno mobilitando per organizzare il 23 in contemporanea, e tante le iniziative nei giorni precedenti a fare da amplificatore. Rita Superbi racconta a Radiosonar un San Valentino in tante piazze italiane e internazionali con “Innamorati del Teatro” (tutte le info per partecipare nella pagina fb), mentre la rete dello spettacolo Lombarda rilancia la seconda cultural mass per il 20, per citare le prime due.

Creatività, idee, prove fervono, ma altrettanto l’impegno per una ridefinizione dei diritti del lavoro, per ritessere la trama di un mondo polverizzato.

Di questo abbiamo parlato con Tiziano delle CLAP (Camere del Lavoro Autonomo e Precario), che sabato hanno inaugurato sempre ad Acrobax lo sportello delle RISP, Rete Intersindacale Spettacolo e Cultura.

https://www.facebook.com/attriciattoriuniti

In questa puntata ci accompagna la creatività di Ravi Shankar, con “Song for everyone”, album del 1984 con Ian Garbarek, Zakir Hussain, Trilok Gurtu.

Disponibile su:

 

 

 

Sostieni RadioSonar - Alza il Volume.

Tramite questo comodo form potete sostenere le attività dell'associazione con il sistema digitale di PayPal.

oppure potete effettuare donazioni o tesserarvi effettuando un versamento sul nostro conto corrente presso Banca Etica

Inserire un codice di sicurezza.:
security code
Codice di sicurezza:

INVIA
 

Dopo aver fatto il versamento scrivete una mail a radiosonar@gmail.com in cui inserite Nome, Cognome, Indirizzo, Cellulare, Codice Fiscale e indirizzo di posta elettronica ed allegate copia del pagamento. La tessera O altro materiale informativo e/o promozionale verrà spedito tutto immediatamente via posta ordinaria.